Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Camillo Cametti at Large

Governance dello Sport – Scandali e grane legali, una lunga sequela

CIO: lo Sceicco Ahmad si dimette (temporaneamente)

Imputato in Svizzera per presunta falsificazione di video il potente sceicco kuwaitiano si dimette in attesa dell'esito di un'audizione della commissione etica del CIO.

Parliamo di un caso estraneo al nuoto ma il cui protagonista, il potente sceicco kuwaitiano Ahmad Al-Fahad Al-Sabah (in copertina), ha stretti legami con il governo mondiale del nuoto, la FINA, e con il suo presidente, l’ultraottuagenario Julio Cesar Maglione. Lo Sceicco Ahmad Al-Fahad Al-Sabah si è temporaneamente dimesso da membro del Comitato olimpico internazionale (CIO) e da presidente della Commissione di solidarietà olimpica in attesa dell'esito di un'audizione della Commissione etica del CIO sulla presunta falsificazione di video che sarebbero stati creati come parte di un complotto contro due esponenti del governo kuwaitiano.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

FINA in Crisi, Martedì 4 Luglio 2017 – Acque agitate alla vigilia del Congresso

FINA: la sacrosanta battaglia di Paolo Barelli

Per opporsi ad una gestione poco trasparente e costellata di scandali Barelli – segretario onorario uscente della FINA, presidente della LEN e della FIN – si è candidato alla presidenza della FINA – elezioni il 22 luglio a Budapest – , pubblicando un Manifesto per il cambiamento. Intanto il Kuwait, con una lunga lettera, ha rinnegato il primo vice presidente FINA, Usain Al Musallam, cittadino kuwaitiano. Contro l’attuale gestione anche la nuova associazione mondiale nuotatori professionisti.

Qualche giorno fa, sabato 30 giugno, il numero uno dello sport mondiale, il presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) Thomas Bach, non uno qualsiasi, ebbe ad affermare: “La corruzione e le manipolazioni nelle federazioni erodono la fiducia nello sport”. L’autorevolezza e la fondatezza di questa affermazione sono indiscutibili e, poiché “manipolazioni” si sono riscontrate alla FINA durante il secondo mandato dell’ormai ultra ottuagenario presidente Julio Cesar Maglione, e tuttora si riscontrano, l’affermazione di Bach appare come un’ ulteriore legittimazione della sacrosanta battaglia intrapresa da Paolo Barelli per dare una speranza ai tanti che chiedono alla FINA un cambio di rotta su molti fronti.
Continua a leggere...
TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter