Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Camillo Cametti at Large

Brescia, 30 Aprile 2016 – Finale Coppa Len 2016

STORICO POKER: l’AN Brescia trionfa sul Kazan

Grande festa nella piscina di Mompiano per il quarto successo della squadra di casa nella manifestazione.

  • Share

AN BRESCIA-COPPA LEN 2016

L’AN Brescia ha vinto nettamente la duplice sfida con la squadra russa del Sintez Kazan battuta per 11 a 4 nella partita di andata a Kazan e per 12 a 6 ieri sera in casa di fronte a tribune gremite, per un risultato cumulativo di 23-10.

Tanto entusiasmo, tanta meritata gioia, e tanto giustificato orgoglio dentro la piscina di Mompiano per il quarto successo della società bresciana nell’importante manifestazione (nella foto sopra la squadra celebra il successo; nella foto sotto Renato Rizzo mima la vittoria della sua quarta coppa).

renato rizzo_Brescia_4° Trofeo Len

Il segreto che ha consentito, e consente, al sodalizio bresciano di essere al vertice della pallanuoto di club, nazionale internazionale da almeno tre lustri? Un mix unico di managerialità, concretezza, modestia, amicizia e atmosfera familiare, e naturalmente, la capacità di allestire sempre una squadra competitiva, da anni gestita da un tecnico di grande valore, Alessandro Bovo.

“Anima e core” del club il sempre elegante Direttore Sportivo Piero Borrelli. Ieri indossava un vestito leggero, con giacca azzurra: un abito che “chiamava” l’inevitabile tuffo in acqua, subito dopo il trionfo (scontato, considerato il risultato dell’andata), assieme a tutta la squadra, e allo staff.

Efficiente uomo del fare l’instancabile presidente Andrea Malchiodi.

Felicissimo anche Marco Bonometti, il patron - assieme al fratello Franco -, che con noi ha ricordato i tempi quando anch’egli scendeva in acqua da giocatore.

GIANNI LONZI _PIERO BORRELLI

Presenze importanti a bordo vasca: da Gianni Lonzi, presidente della Commissione Tecnica Len e Delegato Len per l’incontro (nella foto sopra assieme a Piero Borrelli), al CT del Settebello Alessandro Campagna; dall’indimenticato campione e primatista mondiale di nuoto Giorgio Lamberti, con la moglie Tania Vannini, anche lei più volte campionessa e primatista italiana di nuoto, al presidente del Comitato Regionale Lombardo della Fin Danilo Vucenovich.

La squadra del Kazan ha fatto quello che ha potuto, oggettivamente non molto. All fine, comunque, per il suo secondo posto ha ricevuto la medaglia d'argento della Len (dalle mani di Camillo Cametti, presidente della Commissione Stampa Len).

Camillo Cametti premia Kazan

Alla fine si è brindato con dell’ottimo spumante Franciacorta dell’Azienda La Montina. Complimenti e prosit.

Le fotografie sono di Silvio Cametti

 

Il report completo dal sito della Fin www.federnuoto.it :

L'AN Brescia succede al CN Posillipo nell'albo d'oro della manifestazione, battendo nell’ultima partita i russi del Sintez Kazan 12-6 (parziali 5-1, 1-0, 3-1, 3-4), già sconfitti in trasferta 11-4, Partita subito in discesa, con le reti in sequenza di Ubovic in controfuga, del mancino Nora e di Napolitano dal centro. L'AN Brescia chiude il primo parziale sul 5-1 con i gol di Molina dal perimetro e Nora in controfuga, poi si porta sul 6-1 di metà partita con una bomba di Rizzo. Pressing e difesa ermetica consentono ai padroni di casa di gestire agevolmente il vantaggio ed allungare ancora con Rizzo su rigore, con Molina dalla distanza e con un tap-in di Napolitano per il 9-1, a cui segue la rete di Latypov - il migliore tra i russi - che dà il via all'ultimo parziale sul 9-2. Dian, che intanto aveva sostituito l'ottimo Del Lungo tra i pali, si oppone a un paio di conclusioni velleitarie del Sintez Kazan. Ubovic in controfuga e Molina in beduina segnano l'11-2. L'AN Brescia si distende. In tribuna si prepara la festa e il mancino Nagaev segna su rigore e a schizzo per l'11-4 che eguaglia il punteggio dell'andata; ma non può mancare all'appello il gol del capitano Christian Presciutti, che firma il 12-4 a cui rispondono Odintsov e Ryzhov-Alenichev per il 12-6 conclusivo. 

Per l'AN Brescia si tratta del quarto successo dopo le edizioni del 2002, 2003 e 2006 (quando si chiamava Leonessa Brescia). Peraltro è la decima volta in 24 edizioni che una squadra italiana s'impone in Euro Cup (già Coppa LEN): Racing Roma nel 1994, Pallanuoto Pescara nel 1996, RN Savona nel 2005, 2011 e 2012, CN Posillipo nel 2015.


I commenti

L’allenatore Alessandro Bovo: "E' una vittoria importante per il gioco espresso e per quello che siamo riusciti a creare. La piscina era stracolma, con tanti giovani ed entusiasmo. Sta crescendo la pallanuoto a Brescia. Il pensiero è già alla final six. Abbiamo cominciato a finalizzare il lavoro dopo il largo vantaggio acquisito nella finale di andata".
Capitan Presciutti: "E' veramente un successo fantastico. Erano anni che non riuscivamo a vincere. Questo trofeo l'abbiamo sudato e ci dà una gioia enorme da condividere con la società che ci ha sempre permesso di lavorare con serenità e con la città che ci ha accompagnato con tanta passione. Questo trofeo ci dà la carica per il finale di stagione".

Il presidente Andrea Malchiodi: "Una gioia immensa che premia il lavoro che dura da anni e speriamo che sia i primo di una serie di successi".

Il presidente della Fin Paolo Barelli: "Formulo i più sentiti complimenti agli atleti, allo staff tecnico guidato da Alessandro Bovo, al direttore sportivo Piero Borelli, al presidente Andrea Malchiodi e ai patron Marco e Franco Bonometti per il prestigioso successo dell' AN Brescia, che diventa la prima squadra nella storia ad aver conquistato per quattro edizioni la Euro Cup e che suggella la decima vittoria di un club italiano nella manifestazione. Il cammino dell'AN Brescia legittima questo trionfo, che riporta il trofeo a Brescia dopo dieci anni, durante cui la dirigenza ha sempre mantenuto la società nell'elite della pallanuoto internazionale".
    

Il cammino europeo dell'AN Brescia

L’AN Brescia esordisce nel girone eliminatorio del secondo turno in Champions League a Vouliagmeni e batte 10-6 i greci padroni di casa, pareggia 8-8 con gli ungheresi dell'OSC Budapest e vince 9-8 coi francesi del Montpellier. Si qualifica così al terzo turno dove patisce l'eliminazione dai montenegrini dello Jadran Herceg Novi che vincono all'andata 14-6 e perdono al ritorno per 12-8. L'AN Brescia scivola in Euro Cup dove fa percorso netto: doppio successo nei quarti di finale con i russi del Kinef Kirishi per 15-6 e per 5-11; doppio successo in semifinale con gli ungheresi dello Szeged per 9-8 e 10-15 e il trionfo in finale coi russi del Sintez Kazan.

 

Tabellini delle Finali

Andata
Sintez Kazan-AN Brescia 4-11
Sintez Kazan
: Ivanov, Pliskevic 1, Zinnatulin, Odintsov, Antonijevic 1, Marelja 1, Rizhov-Alenichev, Nagaev, Latipov 1, Yankov, Shaikthudinov, Shepelev, Koshkarov. All. Fedorin.

AN Brescia: Del Lungo, Guerrato, C. Presciutti 2, Randjelovic 1, Molina 2, Rizzo 1 (rig.), Damonte, Nora, N. Presciutti 4, Bertoli, Ubovic 1, Napolitano, Dian. All. Bovo.
Arbitri: Franulovic (Cro) e Margeta (Slo).

Ritorno

AN Brescia-Sintez Kazan 12-6
AN Brescia: Del Lungo, Guerrato, C. Presciutti 1, Randjelovic, Molina 3, Rizzo 2 (1 rig.), Damonte, Nora 2, N. Presciutti, Bertoli, Ubovic 2, Napolitano 2, Dian. All. Bovo.
Sintez Kazan: Ivanov, Pliskevic, Zinnatulin, Odintsov 1, Antonijevic, Marelja, Rizhov-Alenichev 2, Nagaev 2 (1 rig.), Latipov 1, Yankov, Shaikthudinov, Shepelev, Koshkarov. All. Fedorin.
Arbitri: Koganov (Kaz) e Schwartz (Isr).

ALBO D'ORO
1993 Ujpest Budapest (Hun)

1994 Racing Roma
1995 CN Barcelona (Esp)
1996 Pallanuoto Pescara
1997 Ujpest Budapest (Hun)
1998 Partizan Belgrado (Jug)
1999 UTE Budapest (Hun)
2000 Jug Dubrovnik (Cro)
2001 Mladost Zagabria (Cro)
2002 Leonessa Brecia
2003 Leonessa Brescia
2004 CN Barcelona (Esp)

2005 Filanda Carisa Savona
2006 Leonessa Brescia
2007 Sintez Kazan (Rus)

2008 Shturm Cehov (Rus)
2009 Szeged Beton (Hun)
2010 Akademija Cattaro (Mne)
2011 RN Savona
2012 RN Savona
2013 Radnicki Kragujevac (Srb)
2014 Spartak Volgograd (Rus)
2015 CN Posillipo
2016 AN Brescia

 

Leggi anche...