Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Camillo Cametti at Large

Mondiali Barcellona, 22 luglio/3a Giornata – Nuoto in Acque Aperte/10km Uomini

Il fondo non è roba per giovani

Vince il greco Spyridon Giannotis, 33 anni, davanti al tedesco Thomas Lurz,34 anni, e al tunisino Oussama Mellouli, 29 anni. Valerio Cleri, 32 anni, è 14°. L’altro italiano, Mario Sanzullo, soltanto 20 anni, è 43°.

  • Share

Una falsa partenza, con una decina di nuotatori tuffatisi al primo fischio dello starter, quello di invito a prendere posto sulla linea di partenza, nessuna squalifica. Tutti perdonati. Poi i colpi proibiti per piazzarsi nella testa del gruppo.

Una lotta cruenta, stando alle immagini che il nostro collega ungherese Gergely Csurka  ci mostra sul suo i-pad. Dorsi sanguinanti, conseguenza di unghiate feroci, zigomi tumefatti e via dicendo.

I migliori ci rimettono davvero; poco quelli che non hanno nulla da perdere e che, proprio per questo, menano fendenti senza riguardi per nessuno. Poi , nella calma piatta del circuito, si procede nuotando spalla a spalla, non come in una gara di nuoto ma similmente alle nuotate durante una partita di pallanuoto, con spinte reciproche per guadagnare una posizione migliore e contemporaneamente danneggiare gli avversari.

PARTENZA 10KM U BCN13

 

In questa lotta nuotata prevalgono i più esperti, diciamo pure i più stagionati. Nessun stupore, dunque, se la somma delle età dei primi tre classificati è di quasi 100 anni, 96 per l’esattezza.

Vince il greco Spyridon Giannotis, 33 anni (classe 1980), in 1h49:11.8, che riesce a difendere il titolo vinto due anni fa ai Mondiali di Shanghai. L’ellenico fu quarto alle Olimpiadi di Londra 2012. Secondo il tedesco Thomas Lurz, 34 anni (1979), 1h49:14.5, che conferma l’argento di Londra 2012. Lurz ha vinto il titolo mondiale della specialità già tre volte. Terzo il campione di Londra 2012, e della 5km dell’altro ieri, Oussama Mellouli, 29 anni (1984), in 1h49:19.2.

SPYRIDON GIANNOTIS (GRE) BCN13

L'esultanza del vincitore, il greco Spyridon Giannotis. Fot di Giorgio Scala/Deepbluemedia - Inside

 

 

Il tunisino, forte della sua esperienza di “piscinaro”, conquista il bronzo battendo allo sprint il francese Damien Cattin-Vidal, quarto in1h49:19.8,  e il canadese Richard Weinberger  (che fu medaglia di bronzo a Londra 2012), quinto in 1h49:19.9.

Valerio Cleri, 32 anni (1981), è soltanto 14° in1h49.30.5. Ma, si sa, l’atleta di Palestrina, predilige altri campi di gara, più aderenti al concetto di nuoto in acque aperte. Paga dazio il giovane Mario Sanzullo, 20 anni (1993), 43° in 1:51.07.

 

 

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter