Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Pallanuoto

Ruza, Russia

Settebello verso Budapest

Da martedì a domenica a Ruza, a ovest di Mosca, dove gli azzurri erano già stati a dicembre nella fase preliminare, c’è la Superfinal di World League

  • Share
Le migliori otto squadre, divise in partenza in due gironi, si affrontano sulla strada che porta a Budapest, dove dal 17 al 29 luglio si disputano i campionati del mondo di pallanuoto maschile. Il Settebello, bronzo olimpico a Rio, si presenta in pieno carico ma con l’obiettivo di ridurre il gap con Serbia e Croazia e questa è la prima opportunità. Martedì 20 giugno alle 17 italiane, le 18 ora locale, l’Italia debutta con gli Stati Uniti che l’avevano battuta 10-7 a  Rio ma che non sono più quelli di allora; mercoledì 21 alle 16.20 affronta la Serbia campione olimpica, mondiale ed europea e che nel 2016 ha vinto anche la World League; giovedì 22 alle 17.40 conclude il suo girone con il Kazakistan. Nell’altro gruppo Croazia, Australia, Russia e Giappone. Da venerdì 24 si gioca ad eliminazione diretta: quarti, semifinali e finali. “Un test molto importante in chiave mondiale - afferma il cittì Alessandro Campagna - che ci permette di capire quanto ci siamo avvicinati a Croazia e Serbia. Due superpotenze della pallanuoto che l'anno scorso si sono classificate meritamente prima di noi alle Olimpiadi. Ci apprestiamo a disputare la Superfinal senza cambiare i programmi di lavoro e con una squadra nuova per 4/13 rispetto a quella di Rio”.
Il capitano degli azzurri è Pietro Figlioli e il vice Valentino Gallo. Fondelli e Nicolas Presciutti sono rimasti a Ostia ad allenarsi al Centro Federale per un lavoro specifico e in questa occasione sono stati convocati quattro giocatori debuttanti nella Superfinal ma che hanno già eserenza con la calottina azzurra: il secondo portiere Goran Volarevic, italo-croato nato a Pula, quarto con gli azzurri agli Europei di Eindhoven 2012 e medaglia d’argento con la Croazia agli Europei di Krany 2003; il difensore Zeno Bertoli, medaglia d'argento agli Europei di Zagabria 2010 e vicecampione d’Italia col Brescia; il difensore Vincenzo Renzuto Iodice, che sa giocare anche da centroboa; l'attaccante Cristiano Mirarchi, figlio dell’ex tecnico del Messina Maurizio e fratello di Veronica che gioca nella SIS Roma, che ha disputato l'ultima partita di World League il 31 marzo 2015 a Siracusa con la Turchia. Tra i 12 arbitri designati (uno per Nazione e quattro neutrali) c’è l’ italiano Raffaele Colombo di Como, avvocato, 32 anni da compiere il 25 giugno, internazionale dal 2014. Tra gli otto delegati c’è il Chairman della FINA Gianni Lonzi.

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter