Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Tuffi

La triestina bissa nel sincro 10m, Bilotta-Auber sorprendono nel misto

Coppa Tokyo 2020: prima giornata, vincono Tocci e Batki

Sono iniziate oggi alla “Karl Dibiasi” di Bolzano le gare valide per la Coppa “Tokyo 2020”, prima delle prove di selezione nazionale di questa intensa stagione che porterà alla Coppa del Mondo di Wuhan (Cina) e ai Giochi Europei di Edinburgo (Scozia).

  • Share

Sono iniziate oggi alla “Karl Dibiasi” di Bolzano le gare valide per la Coppa “Tokyo 2020”, prima delle prove di selezione nazionale di questa intensa stagione che porterà alla Coppa del Mondo di Wuhan (Cina) e ai Giochi Europei di Edinburgo (Scozia).

Ad aprire la manifestazione sono stati i tuffatori della specialità del trampolino 3 metri. Con il forfait di Andrea Chiarabini, sono rimasti in cinque ad avere un programma valido per la selezione, e tutti e cinque non hanno deluso le aspettative qualificandosi per la finale, anche se con qualche brivido.

Nessun partecipante ha infatti eseguito una serie esente da errori, con Gabriele Auber (Marina Militare, terzo), Giovanni Tocci (CS Esercito, quarto) e Tommaso Rinaldi (Marina Militare, sesto) che hanno ripetuto uno dei propri tuffi con avvitamento: per loro comunque una tranquilla qualificazione. L’eliminatoria è stata vinta da Lorenzo Marsaglia (Marina Militare), il più regolare tra i partecipanti, con 362.25 punti; qualificati anche Adriano Cristofori (CS Esercito), quinto, e Francesco Porco (Fiamme Oro), oggi secondo ma senza i requisiti richiesti per le selezioni nazionali.

Hanno dovuto invece disputare la semifinale questo pomeriggio per uno degli ultimi due posti in finale: Antonio Volpe (Cosenza Nuoto), Julian Verzotto (Bolzano Nuoto), Giacomo Ciammarughi (CC Aniene), Edoardo Semeria (Canottieri Milano), Matteo Cafiero (Canottieri Milano) e Kay Torres Garcia (Carabinieri). A loro si è aggiunto Eduard Timbretti Gugiu (Trieste Tuffi), in qualità di atleta straniero tesserato per una società italiana. A qualificarsi Volpe e Ciammarughi.

 

A mezzogiorno si è disputata invece l’eliminatoria femminile dalla piattaforma: come già accaduto negli ultimi anni, solo Noemi Batki (CS Esercito) ha portato un programma valido per le selezioni con i coefficienti minimi richiesti, e si è aggiudicata con relativa facilità il primo posto con 261.70 punti. Qualificazione diretta in finale anche per Chiara Pellacani (MR Sport F.lli Marconi), Giulia Vittorioso (MR Sport F.lli Marconi), Flavia Pallotta (Dibiasi), Giorgia Schiavone (Trieste Tuffi) e Maia Biginelli (Fiamme Oro), tutte in un range tra i 190 e i 212 punti.

Hanno disputato la semifinale di questo pomeriggio per altri due posti in finale: Elettra Neroni (Dibiasi), Lucia Zebochin (Triestina Nuoto), Matilde Borello (Blu 2006), Virginia Tiberti (CC Aniene), Silvia Murianni (Dibiasi) e Chiara Zacchigna (Triestina Nuoto). A qualificarsi la Neroni e la Murianni.

 

 

La prima finale ha visto Giovanni Tocci (Esercito) partire molto bene, per poi a metà gara affrontare qualche difficoltà nel triplo e mezzo rovesciato. Ha preso quindi il comando Gabriele Auber (Marina Militare) che sembrava destinato a concludere in prima posizione dopo un ottimo doppio e mezzo avanti con due avvitamenti. Ma l’errore per lui è arrivato all’ultimo tuffo, il doppio e mezzo indietro carpiato e lo ha pagato caro.

Tocci non si è lasciato scappare l’occasione e con un buon triplo e mezzo ritornato ha riconquistato la vetta, vincendo con 397.45 punti; dietro di lui Lorenzo Marsaglia (Marina Militare) che grazie ad una buona gara senza errori gravi si è messo la medaglia d’argento al collo con 384.20 punti.

Per Auber quindi la medaglia di bronzo con 371.85 punti e un po’ di rammarico per non aver fatto il primo passo verso la qualifica.

Nella seconda finale bella prestazione di Noemi Batki (Esercito) dalla piattaforma che oggi ha “infilato” i due tuffi che nell’ultimo anno le davano problemi: il doppio e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo e la verticale indietro con due salti mortali e un avvitamento: il lavoro che sta svolgendo al Centro Federale di Roma sta pagando.

Per lei la vittoria con 281.80 punti, mentre in seconda posizione Chiara Pellacani (MR Sport) che oggi ha portato 3 tuffi ad alto coefficente dalla piattaforma di 10 metri, triplo e mezzo ritornato, triplo e mezzo avanti e doppio e mezzo indietro con un avvitamento, ben eseguiti e che le hanno permesso di guadagnare la medaglia d’argento (248.40) abbastanza agilmente.

Piú serrato lo scontro per la terza posizione, combattuto da Giulia Vittorioso (MR Sport) e Maia Biginelli (Fiamme Oro); entrambe hanno saltato bene, ma commettendo alcune piccole imprecisioni. All’ultimo tuffo ha fatto la differenza il coefficente di difficoltà: la Biginelli infatti si é conquistata la medaglia di bronzo con 232. grazie al difficile doppio e mezzo indietro con un avvitamento, che le ha permesso di staccare l’avversaria.

A chiudere la giornata sono state le coppie dei tuffi sincro: purtroppo a causa di alcuni ritiri dell’ultima ora ci sono state solo una coppia nella prova maschile e femminile dalla piattaforma e due in quella del sincro misto dal trampolino.

Vittoria scontata per Noemi Batki e Chiara Pellacani e per Vladimir Barbu (Carabinieri) e Mattia Placidi (Fiamme Rosse), mentre dal trampolino la sfida è stata più interessante: i Campioni Europei in carica Maicol Verzotto (Fiamme Oro) e Elena Bertocchi (Esercito) contro la medaglia di bronzo alle Universiadi, Gabriele Auber e Laura Bilotta (Fiamme Oro).

Dopo gli obbligatori al comando c’erano gli “sfidanti” Auber/Bilotta, ma dopo l’errore nel doppio e mezzo rovesciato di quest’ultimi, Verzotto/Bertocchi hanno ripreso il comando, per poi perderlo sul finale di gara quando hanno sbagliato il doppio e mezzo indietro e cosi Auber e Bilotta hanno portato a casa la loro prima vittoria nazionale.

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter