Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Tuffi | FINA 

Buona prestazione degli azzurrini che sopravanzano le corazzate USA e Canada, oro Gran Bretagna

MONDIALI GIOVANILI/1: Jump Event a squadre, Italia settima

I Mondiali Giovanili di Kyiv hanno preso il via questo pomeriggio con la specialità che ormai tradizionalmente apre le competizioni internazionali, la gara a squadre del Jump Event: a rappresentare l’Italia Stefano Belotti, Riccardo Giovannini, Chiara Pellacani e Antonio Volpe.

  • Share

I Mondiali Giovanili di Kyiv hanno preso il via questo pomeriggio con la specialità che ormai tradizionalmente apre le competizioni internazionali, la gara a squadre del Jump Event: a rappresentare l’Italia Stefano Belotti, Riccardo Giovannini, Chiara Pellacani Antonio Volpe.

Il Jump Event corrisponde al Team Event delle competizioni assolute: vi partecipano squadre ambisesso, composte da almeno due e fino a quattro tuffatori di entrambi i sessi, e prevede cinque tuffi. Si inizia con un tuffo sincro misto da 1 metro con avvitamento, un tuffo individuale da 1 metro, un tuffo sincro misto da 3 metri con rotazione indietro o rovesciato, un tuffo individuale da 3 metri e un tuffo individuale alla piattaforma. Tutti i tuffi non hanno limiti di coefficiente, ma devono essere usati almeno 4 gruppi diversi tra i 6 disponibili (avanti, indietro, rovesciato, ritornato, con avvitamento o dalla verticale).

Come unica ragazza azzurra in gara, Chiara Pellacani ha eseguito entrambi i tuffi sincro: con Stefano Belotti ha eseguito l’uno e mezzo rovesciato con un avvitamento e mezzo, ottenendo 50.70 punti, mentre lei e Antonio Volpe hanno eseguito il doppio e mezzo rovesciato da 3 metro ottenendo 58.50 punti. Per la Pellacani, tra i due sincro, anche il doppio e mezzo avanti da 1 metro, un po’ più incerto (44.20 punti), mentre Antonio Volpe ha eseguito un buon triplo e mezzo avanti da 3 metri, il migliore tra i tuffi azzurri, ottenendo 65.10 punti. L’ultimo tuffo è stato eseguito da Riccardo Giovannini, un triplo e mezzo ritornato da 64 punti. Per la squadra azzurra quindi 282.50 punti e un discreto piazzamento, il settimo posto, davanti a nazionali di tutto rispetto come Stati Uniti, Canada e Germania, in una gara molto agguerrita con molti ottimi tuffatori; solo 9 i punti tra gli azzurrini e il quarto posto, con il podio distante una ventina di punti.

Italy

Round
Dive
#
M
DD
J1
J2
J3
J4
J5
J6
J7
Total
Points
Score
1
Pellacani/Belotti
5333D
1
2.6
7
5
19½
50.70
50.70
2
Pellacani
105B
1
2.6
5
6
7
6
5
17
44.20
94.90
3
Pellacani/Volpe
205B
3
3.0
6
6
19½
58.50
153.40
4
Volpe
107B
3
3.1
7
6
7
7
7
7
21
65.10
218.50
5
Giovannini
407C
10
3.2
7
7
7
5
20
64.00
282.50
       
14.5
               
Rank
7

 

Durante la gara infatti abbiamo assistito a notevoli capovolgimenti di fronte, e Messico, Russia e Stati Uniti, che nel corso delle serie di tuffi sono state anche in testa alla classifica, alla fine sono finite fuori dal podio. L’oro è andato alla Gran Bretagna, la squadra che non ha sbagliato praticamente nulla, con 318.70 punti, battendo Cina (307.50 punti) e Australia (304.50 punti) in un podio a dir poco inedito. Potete rivedere la gara su FINA TV.

1
Great Britain    
318.70
2
China    
307.50
3
Australia    
304.50
4
Mexico    
291.45
5
Russia    
291.00
6
Ukraine    
284.35
7
Italy    
282.50
8
Germany    
276.80
9
United States of America    
275.30
10
Canada    
259.30
11
Japan    
258.90
12
Colombia    
233.70
13
Brazil    
214.65
14
New Zealand    
176.85
15
Austria    
164.15

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter