Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Camillo Cametti at Large

Cancun, 27 – 28 febbraio 2014 - FINA World Water Polo Conference

FINA in cerca d’ ispirazione

Con una kermesse non soltanto tecnica ma anche politico – demagogica la FINA vorrebbe ridisegnare il futuro della Pallanuoto.

  • Share

FINA WORLD WP CONFERENCE

 

Circa quattro ore fa, a Cancun, nota località balneare messicana, ha avuto inizio la Conferenza Mondiale della Pallanuoto. Si tratta di un’iniziativa voluta dalla FINA, in particolare dalla diarchia MarculescuMaglione, per cercare nuove idee, utili per il “rilancio” della pallanuoto.

Per farlo hanno radunato una congerie di relatori di provenienza mista: accanto a gente che mastica Pallanuoto da quando è nato, tipo l’ungaro Denes Kemeny o il nostro Sandro Campagna, c’è gente che non mai visto nemmeno una partita di pallanuoto, cui della Pallanuoto non frega proprio niente. Ad ascoltarli alcune centinaia di delegati in rappresentanza delle federazioni nazionali di tutto il mondo (almeno quelli che non vorranno approfittare dell’opportunità di trovarsi in una località amena come Cancun).

Ma è proprio da questi ultimi che ci si aspetta il colpo d’ala, l’idea vincente, sperando che il contributo di “pensiero laterale” che quest’ultima categoria può apportare serva a qualcosa.

Dalla lettura del programma traspare in maniera evidente l’implicita ammissione che sinora sono state adottate strategie fallimentari, e che soltanto dall’esterno potrà avvenire la salvezza.

Insomma, la confraternita che regge la pallanuoto mondiale ammette i propri limiti ma oltre a chiedere il contributo di chi fa già parte della tribù, forse senza troppa convinzione, lo chiede a cavalieri alieni, bianchi o neri che siano, che vengono da mondi lontani: NFL (American Football), NBA (Basketball), NHL (Ice Hockey), ICC (Cricket), Rugby 7, BMX (Bicycle Motocross) e Beach Volleyball.

Per curare la Pallanuoto occorre essere prima d’accordo su quali siano i suoi mali, e quale sia la loro natura.

Modestamente, da molto tempo, pensiamo di avere le idee chiare, così come altri nell’ambiente. Uno che conosce i problemi, e pure le soluzioni, è Bartolo Consolo, opportunamente messo a capo della neo costituita Commissione FINA per l’Innovazione nella Pallanuoto. E’ a lui, e alla sua Commissione, che spetterà il compito di passare al vaglio le proposte che emergeranno a Cancun, e di formulare soluzioni idonee per il “rilancio” della Pallanuoto. Ci torneremo sopra a lavori conclusi. Per ora lasciamoli lavorare.

 

 

 

 

Leggi anche...