Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Camillo Cametti at Large

Kazan, 5 Agosto 2015 – 16i Campionati mondiali FINA/Nuoto/4a Giornata/Mattino

La Cina rialza la testa

Miglior tempo in tre gare su quattro con record mondiale juniores nei 200 farfalla donne. Risorge anche Ryan Lochte nella”sua” gara, i 200 misti. Due record mondiali nella 4x100 mista “mixed” al debutto mondiale in vasca lunga.

  • Share

In questa mattinata la Cina si è ripresa la scena grazie a tre miglior tempi delle batterie sulle quattro gare individuali disputate. Li hanno realizzati Yuanhui Fu, 19 anni, ni 50 metri dorso femminili in 27.66, Zetao Ning, 22 anni, sui 100 stile libero maschili in 48.11, e Yufei Zhang, 17 anni, nei 200 farfalla femminili in 2:06.92, record mondiale juniores (foto sotto, di Guorgio Scala/Deepbluemedia.eu).

12th FINA World Swimming Championships (25m)

Nella quarta gara, i 200 misti maschili, il miglior tempo è stato di Ryan Lochte, 1:57.90. Non poteva essere diversamente poiché questa è la gara del 31enne americano, quella in cui punta a vincere l’oro mondiale e, l’anno prossimo, quello olimpico a Rio.

Ma anche qui la Cina ha fatto bene, con Shun Wang, 21 anni, che ha realizzato il terzo tempo, 1:58.33, appena 5 centesimi più del britannico Daniel John Wallace, secondo tempo in 1:58.28.

In chiusura di sessione ha fatto il suo debutto ai Mondiali in vasca lunga la controversa staffetta mista “Mixed”, con due nuotatori maschi e due femmine che si danno il cambio con un ordine liberamente stabilito dai responsabili tecnici delle rispettive squadre. Inevitabilmente sono stati realizzati dei record del mondo, due per la precisione: il primo dalla Russia, in 3:45.87, il secondo degli Stati Uniti, con 3:42.33. Anche questo record, probabilmente, non durerà molto: è probabile che questa sera venga nuovamente migliorato dal quartetto che vincerà la medaglia d’oro. Nel ranking, la Russia è, però, soltanto quarta, 16 centesimi davanti all’Italia (che ha chiuso al quinto posto in 3:46.03). Per le statistiche contano anche questi record del mondo, piaccia o meno, e i componenti delle formazioni che li hanno realizzati si divideranno il bonus di 30.000 dollari stabilito dalla FINA per ciascun record del mondo.

In questo inedito evento c’è stato spazio anche per lo Sri Lanka, federazione sospesa dalla FINA, ai cui nuotatori è stato però consentito di gareggiare sotto proprio sotto le insegne della FINA stessa (per la cronaca il quartetto srilankese si è classificato 22°, in 4:19.24).

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter