Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Pallanuoto | FINA 

Busto Arsizio, Lunedì 9 Gennaio 2017 – Domani sera il match di World League maschile alle Piscine Manara

WORLD LEAGUE: l’Italia affronta la Georgia

Primo test 2017 per il Settebello del CT Sandro Campagna. Gli avversari non hanno mai partecipato né ai Mondiali né alle Olimpiadi Previsto il tutto esaurito, con oltre mille spettatori. Fischio d’inizio alle ore 20:15.

  • Share
Emanuele Antonelli Sergio Tosi

La grande pallanuoto arriva a Busto Arsizio. Martedì 10 gennaio, sera, le Piscine Manara “Marco Sartori” saranno teatro dell’incontro di World League tra Italia e Georgia. Il Settebello del CT Sandro Campagna, infatti, ha scelto l’impianto cittadino, tra i più belli in Italia, per disputare la seconda partita del Gruppo C tra Italia e Georgia. Un evento internazionale motivo di orgoglio per tutto il territorio bustocco. Fischio d’inizio alle ore 20:15, diretta su Rai Sport 1.

Dalle 19:15 verrà dato il via al nutrito programma pre-partita. Si parte con la presentazione del musical The Bodyguard (Teatro Nazionale di Milano 23 febbraio - 7 maggio 2017). Poi Martina Rattà canterà il suo singolo Vertigo, oltre alla hit Hero per la coreografia delle sincronette della Sport Management“Special guest” dell’evento ben 10 Miss di Miss Italia. Gli inni nazionali saranno cantati dal coro del Liceo Coreutico Statale “Pina Bausch”. A fare da cornice all’intera manifestazione il Settebello Village, allestito in Terrazza Yucca dalle 18:30 alle 22:00, all’interno del quale gli spettatori potranno degustare prodotti tipici e ricevere omaggi da parte dei partner commerciali dell’evento. Per l’occasione sarà allestito anche il super corner Autografi della Nazionale. Ci saranno anche il servizio baby parking, con presidio a cura de La Corte del Ciliegio, il guardaroba gratuito per tutti e il servizio bar e bistrot a cura di Roy Group. Ingresso libero anche per chi non è in possesso del biglietto da Piazzale Rosselli, ma non sarà consentito ingresso in Piscina dal Village.

Alla conferenza stampa di presentazione, tenutasi questa mattina nella Sala Consiliare del Comune di Busto Arsizio, a fare gli onori di casa sono stati il sindaco Emanuele Antonelli e il vice sindaco e assessore allo sport e commercio Stefano Ferrario: “Come gli appassionati sanno - ha detto il primo cittadino - non è la prima volta che Busto ospita un evento sportivo internazionale. La città nel recente passato ha collaborato all’organizzazione di eventi di prima grandezza, ricordiamo solo gli Europei di pallavolo maschile, i mondiali di pattinaggio, le partite delle coppe continentali di pallavolo femminile. Ogni volta, e lo sarà anche martedì con la World League di pallanuoto, per Busto Arsizio, città di sportivi che ama molto lo sport e i suoi valori, è un grande onore e un vanto da sottolineare, ma soprattutto una grande occasione di promozione. Siamo infatti convinti, e lo vogliamo far sapere anche a chi non la conosce, che Busto possa rappresentare la città ideale in cui vivere. Una città  - continua - facilmente raggiungibile dalla metropoli e dalle periferie, in cui tutto - scuole, palestre, uffici, negozi, biblioteche, teatri, cinema, spazi per i giovani, luoghi di cura - è a portata di mano. Una città tutto sommato sicura, in cui far crescere serenamente i propri figli e i propri sogni, in cui le eccellenze scolastiche e quelle sportive sono riconosciute a livello nazionale. La città vanta infatti impianti sportivi accoglienti e di grande qualità, tra cui ovviamente le Piscine Manara “Marco Sartori”, un gioiello ulteriormente valorizzato dalla gestione Sport Management. Una città in cui è bello vivere, anche perché offre occasioni ed eventi come quello a cui assisteremo domani:  “Il bello di vivere a Busto” è l’hastag che accompagnerà le iniziative di quest’anno. Grazie quindi alla Sport Management, alla Federazione Internazionale nuoto e alla Federazione italiana nuoto che ci offrono questa importante opportunità”. Per l'occasione il Comune di Busto Arsizio insieme a Distretto del Commercio ed Ascom hanno presentato la Guida della città e Cuore di Busto, un foto libro della città.

Subito dopo è intervenuto Sergio Tosi. Il presidente della Sport Management ha detto : “Voglio ringraziare per la fattiva collaborazione l’amministrazione comunale, e in particolare il Sindaco Antonelli e l’Assessore Ferrario, la FINA e la FIN. Abbiamo voluto organizzare fortemente questo match di World League perché Sport Management investe tantissimo nella disciplina della Pallanuoto. La Nazionale incarna i valori olimpici ed è la massima espressione del nostro movimento. Per questo è un onore ospitare il Settebello del CT Campagna e la nazionale della Georgia del CT Popovic. Inoltre, vedere tre nostri giocatori (Gitto, Gallo e Jelaca, ndr) rappresentare le proprie nazioni nella Piscina di Busto mi riempie di orgoglio”.

Tosi poi ha voluto porre l’accento sull’aspetto organizzativo: “L’ aver raggiunto il sold out con sei giorni di anticipo, durante il periodo natalizio, è già un grandissimo risultato. Solo con il nostro sistema online presente sul sito di Sport Management si sono accreditate oltre 800 persone, che sommate ad altri 200 accrediti, fanno oltre 1000 spettatori sugli spalti. Questi numeri dimostrano, dunque, che la pallanuoto a Busto Arsizio è uno sport molto apprezzato. Mi piace sottolineare, inoltre, il grande impegno messo in atto da tutta la macchina organizzativa. Basti pensare che abbiamo diviso l’impianto in diversi settori, con pass colorati come vediamo negli stadi di calcio, messo a disposizione tre parcheggi, e per agevolare il flusso sugli spalti ci saranno più casse e doppi ingressi. Presente la Croce Rossa con un presidio, inoltre avremo più di 50 volontari, 15 persone del nostro staff e 5 della security che presiederanno i vari punti della Piscina. E ancora, assisteranno al match ben 40 tra giornalisti e fotografi accreditati. E per concludere, una grande coreografia colorerà gli spalti. Insomma, i presupposti per un grande evento ci sono tutti!”.

Concorde sulla bontà dell’organizzazione  il delegato FINA Gianni Lonzi, che i grandi appassionati di pallanuoto ricordano per l’oro olimpico a Roma 1960 e la vittoria, da CT, al Mondiale di Berlino 1978. Così Lonzi: “Porto i saluti del Presidente FINA Julio Maglione. Sarà una grande partita domani. Sono sicuro che questa città e l’impianto gestito dalla Sport Management saranno all’altezza di un evento di questa portata”.

Poi è stata la volta dei due CT, che si sono soffermati sugli aspetti tecnici: “Le convocazioni di questo periodo - ha affermato il CT Sandro Campagna - sono state effettuate con l'obiettivo di vincere e di allargare la rosa alla luce dei primi collegiali stagionali effettuati a Brescia e al centro federale di Ostia. E' stata irrobustita la squadra affiancando ai più giovani elementi di esperienza. Dopo la vittoria in Russia, la Georgia rappresenta un test soprattutto dal punto di vista fisico. Non voglio cali di concentrazione. Noi ricominciamo con l'allargamento della rosa e spinti da grande entusiasmo. Abbiamo diverse opportunità per testate i giovani che si metteranno in evidenza durante il campionato. Tutti dovranno affrontare ogni allenamento con impegno per migliorare, guadagnare o conservare il posto in squadra con spirito costruttivo e sacrificio. La medaglia di Rio è uno sprone ma il nostro obiettivo sarà crescere in vista di Tokio 2020 per allargare la rosa e migliorarne la qualità”. Accompagnato dal capitano Zuka Rurua, poi ha preso la parola il CT della Georgia Jovan Popovic, che ha giocato in Italia per sei anni indossando le calottine di Bergamo, Civitavecchia, Chiavari, Mameli e Catania: “Quella contro l’Italia sarà una partita molto difficile. Battere il Settebello è un compito arduo, ma sarà comunque un onore affrontarli. La Georgia è una delle squadre di pallanuoto più giovani d’Europa. Abbiamo iniziato un progetto di crescita di tutto il settore e la nazionale inizia ad avere giocatori importanti in grado di misurarsi in campionati di livello come quello italiano. A noi questo match - conclude - servirà soprattutto per fare esperienza”.

La Georgia è in Italia dal 7 gennaio e nei giorni scorsi ha sostenuto  dei common training con Bogliasco e Camogli.

Successivamente hanno preso la parola i giocatori della BPM Sport Management Valentino Gallo, Niccolò Gitto e Marko Jelaca, in vasca domani con le rispettive nazionali: “E’ la prima volta che mi capita di giocare con la Nazionale nella città del mio club - ha affermato Gallo - e proprio per questo la partita contro la Georgia assume un valore speciale. Per me è motivo di orgoglio indossare la calottina del Settebello nella piscina dove ogni settimana difendo i colori della BPM Sport Management. Sarà un piacere ricevere il calore dei tifosi bustocchi anche in questa occasione”. A fargli eco Gitto: “A differenza di Valentino Gallo, mi è già capitato di rappresentare la nazionale nella città del mio club. E’ successo sia a Recco sia a Brescia. Comunque a prescindere dal luogo, giocare per la Nazionale è sempre un grandissimo onore. Farlo, però, in casa, davanti al proprio pubblico e alla propria famiglia mi darà sicuramente uno stimolo in più per fare bene”. Infine, Marko Jelaca: “Anche per me è la prima volta. E’ un grandissimo piacere giocare a Busto con la mia Nazionale. Non sarà una partita facile in quanto l’Italia è una delle migliori squadre al mondo. Per quanto mi riguarda darò il 100% e farò di tutto per disputare una grande partita davanti ai miei tifosi”.

Italia-Georgia. I Precedenti. Due i precedenti tra Italia e Georgia, entrambi nella fase preliminare dei campionati europei, entrambi vinti dal Settebello.

Il primo confronto avvenne a Budapest il 17 luglio 2014. La Georgia era alla prima partecipazione agli Europei. Finì 15-5 (parziali 3-2, 5-1; 5-1, 2-1) con triplette di Figari e Aicardi, doppiette di Di Fulvio, Fondelli e Giorgetti e gol di Figlioli, Gallo e Baraldi. L’Italia chiuse la rassegna conquistando il bronzo; la Georgia al dodicesimo e ultimo posto, perdendo tutte le partite.

Diciotto mesi dopo, il 15 gennaio 2016, le squadre si affrontarono nuovamente, a Belgrado. Finì 21-1 (5-1, 6-0; 6-0, 4-0), con 4 gol di Di Fulvio, 3 di Figlioli, Giorgetti e Luongo, 2 di Gitto, Giacoppo e Aicardi, uno di Bodegas e Christian Presciutti.

L’Italia non aveva mai vinto con uno scarto di 20 gol una partita tra Olimpiadi, Mondiali ed Europei. Gli Azzurri chiusero al 6° posto; la Georgia al 14°, su 16 squadre, vincendo la prima “storica” partita contro la Turchia per 12-11 nella semifinale per il 13° posto.

Foto 

In copertina, il sindaco Emanuele Antonelli insieme con il presidente Sport Management Sergio Tosi

Sotto, da sinistra: il sindaco Antonelli, il coach della Georgia Popovic, Marko Jelaca, Zuka Rurua, il presidente della Sport Management Tosi, il CT dell’Italia Campagna, Niccolò Gitto, Valentino Gallo, il vice sindaco Ferrario

In basso, da sinistra, Marko Jelaca, Niccolò Gitto, Martina Rattà e Valentino Gallo

Gruoppo ITA-Organizzatori

Jelaca Gitto Rattà Gallo

Le foto sono di Brunorosafoto 2016

 

 

 

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter