Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Tuffi | FINA 

Stabiliti anche i calendari delle gare internazionali

FINA Bureau: tutte le novità per i tuffi della prossima stagione

A margine degli eventi pubblici in vista del gala FINA “Soirée des Etoiles”, che tra poco più di 24 ore premierà i migliori atleti dei tuffi e degli altri sport acquatici di questa stagione, si è tenuta una riunione del FINA Bureau in cui sono state approvate alcune novità che riguardano direttamente il nostro sport.

  • Share

A margine degli eventi pubblici in vista del gala FINA “Soirée des Etoiles”, che tra poco più di 24 ore premierà i migliori atleti dei tuffi e degli altri sport acquatici di questa stagione, si è tenuta una riunione del FINA Bureau in cui sono state approvate alcune novità che riguardano direttamente il nostro sport.

In particolare, sono stati stabiliti i calendari per le gare FINA per il 2018: confermate le date per le World Series e per la Coppa del Mondo FINA – quest’ultima si terrà dal 5 al 10 giugno a Wuhan, in Cina – sono state anche emanate le date ufficiali per i Mondiali Giovanili, che si terranno a Kyiv (Ucraina) dal 23 al 29 luglio. I Mondiali Giovanili saranno anche validi per la qualificazione ai Giochi Olimpici Giovanili (6 – 18 ottobre a Buenos Aires).

Pubblicato anche il calendario ufficiale per i FINA Diving Grand Prix 2018, che conterà sette tappe (non sono state confermate tappe nelle Americhe a parte quella canadese):

  • Rostock (Germania), 23 – 25 febbraio
  • Calgary (Canada), 10 – 13 maggio
  • Bolzano (Italia), 6 – 8 luglio
  • Madrid (Spagna), 13 – 15 luglio
  • Malaysia, 9 – 11 novembre
  • Australia, 15 – 18 novembre
  • Città da determinare (probabilmente Singapore), 23 – 25 novembre

Infine, dal 1° al 3 febbraio 2018 si terrà a Chongqing (Cina) la FINA Diving Conference, un evento per “addetti ai lavori” di grande interesse.

L’ultima novità di interesse è il programma di finanziamento “FINA Aquatics Olympic Support“, un fondo che potrà ammontare fino al 70% della parte di incassi televisivi di spettanza FINA da parte del comitato Olimpico. Ogni federazione nazionale, indipendentemente dalla sua grandezza, potrà richiedere fino a 25mila dollari all’anno in fondi destinati a specifici progetti, che rientrino in uno o più dei seguenti campi:

  • costruzione, ristrutturazione o manutenzione di strutture sportive
  • acquisto o noleggio di equipaggiamento sportivo
  • spese amministrative
  • risorse tecnologiche (siti web, ranking online, database)
  • supporto tecnico
  • preparazione e allenamento di atleti, coach e arbitri
  • stage e partecipazione a competizioni nazionali e internazionali
  • programmi di sviluppo di talenti provenienti dai settori giovanili

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter