Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Nuoto | LEN 

Copenhagen (DEN), Sabato 16 Dicembre 2017 – 19i Campionati Europei LEN (25m)/Quarta Giornata – Finali e Semifinali

EUROPEI 4/2- Fabio Scozzoli splendido argento nei 100 rana, Ilaria Cusinato bronzo nei 200 misti

Bronzo anche per la staffetta 4x50 stile libero mixed. Arianna Castiglioni quarta nei 100 rana. Luca Dotto in finale dei 100 stile libero con il primo tempo, Marco Orsi in finale dei 100 misti con il secondo tempo.

  • Share
European Short Course Swimming Championships

Altre 3 medaglie per l’Italia nella quarta giornata dei Campionati Europei in Vasca Corta in svolgimento alla Royal Arena di Copenhagen. Alle 10 vinte nelle giornate precedenti si aggiungono un argento, con Fabio Scozzoli nei 100m rana (in copertina sul podio), e due bronzi, con Ilaria Cusinato nei 200m misti (sotto sul podio) e con la staffetta 4x50m stile libero mixed (in basso), per un totale di 13 medaglie (2-6-5).

European Short Course Swimming Championships

Finale 100m rana femminili

Risorge Ruta Meilutyte con una vittoria perentoria in 1:03.79. La 22enne lituana, che detiene il record del mondo con 1:02.36, relega al secondo posto la finlandese Jenna Laukkonen sinora primattrice, oggi seconda in 1:04.25. Terza l’intramontabile spagnola Jessica Vall Montero che, con 1:04.80, nega la soddisfazione del podio ad un’ottima Arianna Castiglioni; la lombarda chiude in 1:05.00 (30.53/34.47).

Finale 200m misti femminili

Katinka Hosszu, vince facile in 2:04.43, con largo vantaggio sulle avversarie. Metterà al collo la quinta medaglia d’oro in questi campionati. Argento alla magiara Evelyn Verraszto, in 2:08.09. Per  Ilaria Cusinato il profumo di podio della mattinata diventa molto più intenso con la medaglia di bronzo che conquista in 2:08.19 (28.46/32.91/36.54/30.28), nuovo primato personale e tempo migliore di quasi 2 secondi rispetto al 2:09.91 della batteria.

Finale 200m stile libero femminili

La francese Charlotte Bonnet, 22 anni, migliora nettamente il proprio personale di 1:53.15 e vince con 1:52.19, 3° crono mondiale del 2017 (dopo l’1:51.63 di Federica Pellegrini). Medaglia d’argento all’eterna perdente, la trentenne olandese Femke Heemskerk che tocca in 1:53.41; bronzo alla russa Veronika Andrusenko con 1:53.75. Chissà se vedendo questi tempi Fede rimugina sulla sua scelta di abbandonare, forse prematuramente, la specialità che l’ha vista primeggiare per quasi tre lustri.

Finale dei 100m rana maschili

Gara spettacolare di altissimo contenuto tecnico. Adam Peaty ritorna “Re Leone” e vince in 55.94 (26.06/29.88), record europeo (982 punti della Tabella FINA). Anche Fabio Scozzoli si batte da leone, e con 56.15 (26.12/30.03) conquista una stupenda medaglia d’argento e realizza il record italiano (con un tempo inferiore di ben 34 centesimi in meno del precedente da lui stabilito in Coppa del Mondo, a Eindhoven, l'8 agosto 2013). Il suo crono vale 971 punti FINA. Kirill Prigoda prende il bronzo con 56.28 (964 punti), davanti a Ilya Shymanovich, 56.44. Nicolò Martinenghi è 7° in 57.27 (26.06/26.08/26.12), tempo che gli vale l’ennesimo record mondiale juniores.

Semifinali e Finale 50 dorso femminili

Nella prima semifinale Silvia Scalia  è settima in 26.83, primato personale per un centesimo. Nella seconda semifinale Elena Di Liddo conferma il 16° posto con 27.28. Il miglior tempo è dell'ungherese Katinka Hosszu, con 26.26. La  magiara si avvia a vincere l’oro anche in questa gara e completare così la tripla in dorso.

Nela finale nessun problema per Katinka. La magiara vince agevolmente la sua sesta medaglia d’oro a Copenhagen in 25.95, miglior crono mondiale 2017 e sesto all time. Alle piazze d’onore la polacca Alicja Tchorz, 26.09, e l’olandese Maaike De Waard, 26.40. Quarta in 26.42 la danese Julia Kepp Jensen, fuori dal podio per 2 centesimi.

Semifinali e Finale 50m farfalla maschili

Azzurri eliminati nelle semifinali. Piero Codia nuota in 22.84, primato personale per 3 centesimi, è 4° nella prima semifinale, primo escluso dalla finale col 9° tempo. Matteo Rivolta è 6° nella seconda semifinale con 22.90, 12° crono del ranking.  Il miglior crono delle semifinale, e anche dell’anno, è del britannico Benjamin Proud con 22.18.

Vince la finale  - un’autentica lotteria dove i primi quattro sono racchiusi in 2 centesimi - il russo Aleksandr Popkov in 22.42; l’ucraino Andrii Govorov si aggiudica l’argento in 22.43; il serbo Sebastian Sabo e Proud condividono il bronzo con 22.44. Tempi non trascendentali.

Finale staffetta 4x50m stile libero mixed

All’Italia non riesce la difesa del titolo ma con una prova di carattere il quartetto azzurro sale comunque sul podio per ricevere la medaglia di bronzo, col tempo di 1:29.38 (1:31.50 in batteria). Questa la formazione: Luca Dotto 20.87, Marco Orsi 20.74, Federica Pellegrini 24.12, Erika Ferraioli 23.65. Fino a metà gara l’Italia è seconda, poi perde una posizione ma la Pellegrini prima e, soprattutto, la Ferraioli poi assicurano il bronzo. La medaglia d’oro è dell’Olanda che vince in 1:28.39, nuovo record del mondo. Argento alla Russia in 1:28.53. Quarta la Polonia, in 1:30.20, distante dall’Italia. La prima frazione più veloce è del russo Vladimir Morozov, con 20.55.

European Short Course Swimming Championships

Semifinali 100m stile libero maschili

Luca Dotto e Lorenzo Zazzeri nuotano nella seconda semifinale, rispettivamente in corsia 4 e 5. Dotto se l’aggiudica con sicurezza, in 46.82, primo tempo di ammissione alla finale dove i suoi avversari più pericolosi saranno il belga Pieter Timmers che tocca dietro lui in 46.84, il britannico Duncan Scott vincitore della prima semifinale in 46.92, l’ungherese Dominik Koszma 46.98 e il polacco Konrad Czerniak 46.99. Zazzeri nuota in 47. 29, 10° tempo.

Semifinali 100m misti maschili

Marco Orsi vince la prima semifinale in 52.10, 3 centesimi meglio che in batteria e, dunque, nuovo record italiano. Ancora una volta il miglior tempo è del russo Sergei Fesikov, che vince la seconda semifinale in 51.45, nettamente il crono più veloce. In questa semifinale Simone Geni è quarto con l’identico tempo realizzato in batteria, 52.74. Il tempo di Orsi è il secondo del ranking delle semifinali - anche lui sente odore di podio -, quello di Geni è il sesto.

Semifinali 100m farfalla femminili

Nella prima semifinale Ilaria Bianchi è terza in 56.70 un tempo assai più veloce del 57.25 realizzato in batteria. Elena Di Liddo è sesta in 57.64, 11° tempo del ranking. Il tempo più veloce è, ovviamente, di Sarah Sjostrom: la svedese vira in 25.76, 20 centesimi sotto il proprio record mondiale, ma vince in un normale (per lei) 55.56, e si accinge a difendere il titolo. Il secondo miglior tempo è della danese Emily  Beckmann, 56.51; il terzo della francese Marie Wattel, 56.67. La Bianchi, col suo 56.70, quarto tempo del ranking è li, in zona podio anche lei. 

Foto di Giorgio Scala/Deepbluemedia.eu

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter