Direttore Responsabile: Camillo Cametti

Nuoto

Doping, Marzo 2020 – Squalificati altri due nuotatori di élite

VERDETTI PESANTI per Shayna Jack (AUS) e Hiromasa Fujimori (JPN)

La stile liberista australiana squalificata pe quattro anni, il mistista giapponese fuori per due anni.

La pandemia Corona virus, che assume di giorno in giorno aspetti sempre più tragici, ha fatto passare in secondo ordine altre notizie, comprese quelle relative ai verdetti di condanna per violazione delle norme anti doping a carico di due nuotatori di primo livello, la stile liberista australiana Shayna Jack e il mistista giapponese Hiromasa Fujimori.
Continua a leggere...

Nuoto

Tokyo, Sabato 14 marzo 2020 – Corona virus /Trial giapponesi e spagnoli

Il COVID-19 non ferma i nuotatori nipponici

I trial si faranno in formato ridotto dal 2 al 6 aprile. Annullati, invece, i trial spagnoli.

Il Japan Swim 2020 rappresenta l'unico evento di qualificazione olimpica per i nuotatori giapponesi. Originariamente previsti dall’1 all'8 aprile i trial si svolgeranno invece dal 2 al 6 aprile, con il programma completo ma condensati in cinque giorni e senza spettatori.
Continua a leggere...

Nuoto

Budapest, Domenica 15 marzo 2020 – Notizie dall’Ungheria

CORONA VIRUS: l’emergenza non ferma i trial magiari

Le prove di qualificazione per le Olimpiadi dovrebbero svolgersi a porte chiuse da martedì 24 a sabato 28 marzo. Anche i Campionati Europei restano in programma

Nonostante la dichiarazione dello stato di emergenza il governo ungherese permette lo svolgimento di eventi al chiuso con meno di 100 persone e di 500 persone per eventi all'aperto.
Continua a leggere...

Nuoto

Tokyo, Venerdì 6 Marzo 2020 – Completato il Tokyo Aquatic Centre

TOKYO 2020 – Pronta la piscina olimpica

Tokyo 2020 ha annunciato oggi che la costruzione del centro acquatico della città è stata completata nei termini previsti entro la fine di febbraio.

Tokyo 2020 ha annunciato, venerdì scorso, che la costruzione dell’Aquatic Centre per le Olimpiadi è stata completata nei termini previsti entro la fine di febbraio. Ciò significa che tutte le nuove sedi permanenti per i Giochi Olimpici e Paralimpici sono state completate in tempo. La serietà e l’efficienza dei giapponesi non vengono smentite nemmeno in questa occasione.
Continua a leggere...

Nuoto

Des Moines (Iowa, Stati Uniti), Mercoledì 4 Marzo 2020 - TYR Pro Swim Series (50m)

KATIE LEDECKY già in forma olimpica nei 1500 stile libero

La fenomenale americana ha nuotato la distanza nel quinto tempo più veloce di sempre ipotecando sin d’ora la prima medaglia d’oro olimpica in questa specialità.

Un mese prima dell'inizio della stagione internazionale dei trial olimpici e a pco più di tre mesi dalle Olimpiadi la fenomenale americana Katie Ledecky (in copertina) ha lanciato un messaggio impressionante al resto del mondo vincendo i 1500 metri stile libero nella prima giornata del meeting delle TYR Pro Swim Series, in vasca lunga, mercoledì sera a Des Moines, nello Iowa, con un tempo impressionante, 15: 29.51, quinta prestazione più veloce della storia.
Continua a leggere...

Nuoto | FINA 

Lotta al doping. In febbraio le sentenze riguardanti Filippo Magnini e Yang Sun precedute da altre sentenze contradditorie

DOPING – Schoeman e Meilutyte puniti, Santos riabilitato

Allo sprinter sudafricano inflitta la sospensione di un anno, mentre la ranista lituana, peraltro già ritiratasi, subirà due anni di stop. Al brasiliano tolta la sanzione di un anno (potrà partecipare alle Olimpiadi).

Nel mese di febbraio le sentenze del TAS-CAS sui casi riguardanti Filippo Magnini e Yang Sun sono state precedute da altre sentenze contradditorie, due di condanna e una di assoluzione, a carico di tre noti campioni di nuoto: il sudafricano Roland Schoeman, la lituana Ruta Meilutyte e il brasiliano Gabriel Da Silva Santos.
Continua a leggere...

Nuoto

Yang Sun, il caso non è chiuso

YANG SUN, dopo la sentenza è guerra

La contradditoria decisione del Tas-Cas – squalifica pesantissima ma niente ritiro delle medaglie – ha scatenato la guerra fra due fronti opposti: quello di Sun, i cui avvocati contestano totalmente la sentenza, e quello dei nuotatori che si ritengono danneggiati da Sun. L’Australia è in rivolta contro la FINA.

Yang Sun, il caso non è chiuso con la squalifica di otto anni inflitta dal Tas-Cas all’asso cinese. La contradditoria sentenza del Tribunale dello Sport di Losanna – squalifica pesantissima ma niente ritiro delle medaglie – ha scatenato la guerra fra i due fronti opposti: quello di Sun, i cui avvocati contestano totalmente la sentenza, e quello dei nuotatori che si ritengono danneggiati da Sun. In realtà la guerra di questi ultimi è diretta principalmente contro la FINA e il CIO, ai quali viene chiesta l’applicazione del principio di retroattività con il conseguente ritiro delle medaglie vinte dal nuotatore ai Mondiali di Gwangju 2019, di Budapest 2017, e alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016.
Continua a leggere...

Nuoto

Losanna, Venerdì 28 febbraio 2020 – Doping/La sentenza del TAS-CAS sul caso Yang Sun

DOPING – Yang SUN oscurato con otto anni di squalifica

Il Panel del Tas-Cas, presieduto dall’italiano Franco Frattini, ha inflitto al fuoriclasse cinese Yang Sun, triplice campione olimpico, una pena severissima ma ha anche raccomandato che lo stesso non venga privato delle medaglie. Una sentenza contradditoria contro cui sono insorti sia lo stesso Sun, che ricorrerà in appello, sia alcuni nuotatori, come Chad Le Clos, che reclamano le medaglie di Sun.

Il Panel giudicante della Corte arbitrale dello sport/Tribunale arbitrale dello sport (CAS/TAS) ha inflitto al fuoriclasse cinese Yang SUN la squalifica di 8 anni per doping. Di fatto la sanzione equivale alla radiazione in campo sportivo e all’ergastolo nella vita normale. Si tratta di una delle punizioni più severe inflitta a un super campione dello sport. Ricordiamo che Sun ha vinto 3 ori olimpici - nei 400 e 1500 metri stile libero a Londra 2012, nei 200 stile libero a Rio 2016 - 12 titoli mondiali e una dozzina di altre medaglie tra argenti e bronzi.
Continua a leggere...

Nuoto

Losanna, Giovedì 27 Febbraio 2020 – Doping/Filippo Magnini scagionato dal Tribunale arbitrale dello sport

MAGNINI assolto: “Ho vinto, ero sicuro della mia innocenza”

La Corte internazionale ha giudicato insufficienti le prove che avevano indotto il Tribunale nazionale antidoping a confermare in secondo grado la squalifica di quattro anni inflittagli in primo grado, come richiesto dall’Agenzia antidoping italiana (NADO). Soddisfatti per la felice conclusione della vicenda anche la Federnuoto con il presidente Paolo Barelli.

Il Tas-Cas (Tribunale arbitrale dello sport o Corte arbitrale dello sport) ha assolto Filippo Magnini, annullando la squalifica a 4 anni per doping inflitta al duplice campione del mondo dei 100 metri stile libero (2005 e 2007) dall’ organo di giustizia sportiva italiana, giudicando insufficienti le prove addotte da quest’ultimo a carica del nuotatore.
Continua a leggere...

Nuoto

Pechino, Giovedì 6 Febbraio 2020 – Corona virus / Un atto di solidarietà dal nuoto

JIAYU XU, campione generoso

Il duplice campione del mondo cinese del dorso ha donato un terzo delle sue vincite nella recente Swim Champions Series della FINA per aiutare le vittime del Corona virus nel suo paese.

Il cinese Jiayu Xu - campione del mondo dei 100m dorso del 2017 e medaglia d’argento a Rio 2016 -, ha donato un terzo delle sue vincite realizzate nella Swim Champions Series 2019 della FINA per aiutare le vittime del Corona virus nel suo paese. Si tratta oltre 9.000 euro, equivalenti a circa un terzo del montepremi da lui vinto. Le Series erano iniziate a Guangzhou, in Cina, prima di trasferirsi a Budapest, in Ungheria, per concludersi a Indianapolis negli Stati Uniti. Xu è stato il miglior nuotatore cinese con due ori e un bronzo complessivi. Xu ha pubblicato sui social media la sua donazione, poi condivisa su Twitter da una fan page cinese di nuoto (in copertina).
Continua a leggere...
Tuffiblog