Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Nuoto | FINA 

Hangzhou (Cina), Venerdì 14 Dicembre 2018 – 14i Campionati del Mondo FINA (25m)/4a Giornata

HANGZHOU/4: Marco Orsi argento e record italiano nei 100 misti

Medaglia di bronzo per la staffetta 4x50 stile libero maschile, pure con il record italiano. Sesti posti per Simone Sabbioni nei 50 dorso e per la 4x200 stile libero maschile vinta dal Brasile col nuovo record del mondo. Nei 400 stile libero, vinti dall’australiana Ariarne Titmus col record del mondo, Erika Musso è ottava (Simona Quadarella eliminata in batteria). Nei 100 rana Martina Carraro va in finale col sesto tempo e il nuovo record italiano.

  • Share
14th Fina World Swimming Championships 25m

In apertura della quarta sessione di finali dei 14i Campionati del Mondo in vasca corta, in svolgimento ad Hangzhou, l’Italia conquista altre due medaglie: d’argento con Marco Orsi nei 100m misti (in copertina e sotto), col record italiano di 51.03 (22.92), e di bronzo con la staffetta 4x50m stile libero che stabilisce il record italiano con 1:22.90 (Santo Condorelli 21.27, Andrea Vergani 20.44, Lorenzo Zazzeri 20.57, Alessandro Miressi 20.62). Sesto posto della staffetta azzurra maschile 4x200m stile libero e di Simone Sabbioni nei 50m dorso, e ottavo posto di Erica Musso nei 400m stile libero. In questa gara non era  entrata in finale Simona Quadarella, autrice solo del 13° tempo. Martina Carraro si qualifica alla finale dei 100m rana con il record italiano. Nei 50m farfalla eliminati Piero Codia e Matteo Rivolta, malgrado entrambi facciano meglio del primato italiano.

Orsi vince l’argento dei 100m misti col terzo record italiano realizzato in due settimane: il 51.03 (22.92) che gli vale l’argento mondiale a Hangzhou segue il 51.42 da lui realizzato in semifinale e il 51.57 siglato agli Assoluti di Riccione. Secondo già a metà gara Orsi tiene a bada il giapponese Hiromasa Fujimori, terzo in 51.53, 5 centesimi davanti allo statunitense Michael Andrew (4°). Vince agevolmente Kliment Kolesnikov. Il russo nuota sempre in testa e tocca in 50.63, record dei campionati e mondiale juniores. Kolesnikov è il solo sotto i 51 secondi (pure in semifinale, con 50.90).

14th Fina World Swimming Championships 25m

Dopo quattro anni l’Italia torna sul podio mondiale a squadre anche nella velocità pura. La staffetta 4x50m stile libero è medaglia di bronzo in 1:22.90, nuovo record italiano, migliore di 43 centesimi del precedente stabilito agli Europei di Rijeka il 14 dicembre 2008 dal quartetto formato da Alessandro Calvi, Marco Orsi, Mattia Nalesso e Filippo Magnini, che fu argento con 1:23.33. Questo l’odierna formazione azzurra: Santo Condorelli 21.27, Andrea Vergani 20.44, Lorenzo Zazzeri 20.57 e Alessandro Miressi 20.62 (foto sotto). Vincono gli Stati Uniti, in 1:21.80, davanti alla Russia, seconda in 1:22.22, grazie anche alla frazione iniziale di Vladimir Morozov, la più  veloce di tutte in 20.39 Caeleb Dressel, primo frazionista USA nuota in 20.43. Successivamente Morozov vincerà la finale individuale dei 50m stile libero in 20.33, con Dressel ancora dietro in 20.54.

14th Fina World Swimming Championships 25m

Nella finale dei 50m dorso Simone Sabbioni è sesto in 23.26, 16 centesimi oltre il 23.10 nuotato sia in  semifinale sia nella staffetta mixed. Il 22enne di Riccione resta sopra anche il suo primato italiano di 23.05, un crono comunque distante dalla medaglia di bronzo vinta dall’irlandese Shane Ryan con 22.76. Vince in 22.58 il russo Evgeny Rylov, un fenomeno dal fisico normale il cui range competitivo spazia dai 50 ai 200 metri. Secondo lo statunitense Ryan Murphy in 22.63 (oro nei 100 dorso), e quarto il russo Kliment Kolesnikov (bronzo nei 100 dorso e oro nei 100 misti), con 22.77, record mondiale juniores (prec. 22.82, dello stesso Kolesmikov), a un centesimo dal bronzo dell'irlandese Ryan. Rinuncia alla finale il cinese Jiayu Xu, autore del terzo tempo in semifinale (22.91) e argento nei 100 dorso.

La staffetta 4x200m stile libero dell’Italia, priva di Gabriele Detti ( a riposo precauzionale) e formata da esordienti, è sesta in 6:55.67. In prima frazione Filippo Megli realizza il primato personale con 1:42.62 (migliora il precedente di 1:43.16 nuotato nella batteria della gara individuale). Così gli altri: Matteo Ciampi 1:43.59, Alessio Proietti Colonna 1:44.39, Mattia Zuin 1:45.07. La gara è avvincente e di grande qualità, con le tre squadre medagliate sotto il primato del mondo. Vince il Brasile con un fantastico nuovo record del mondo, 6:46.81. Vittoria e record propiziano festeggiamenti in stile carioca a bordo vasca da parte dei protagonisti, tutti dal fisico normale: Luiz Altamir Melo 1:42.03, Fernando Scheffer 1:40.99, Leonardo Coelho Santos 1:42.81 e Breno Correia 1:40.98 (foto sotto).

14th Fina World Swimming Championships 25m

Da notare che il Brasile ha rischiato al primo cambio, fra Melo e Scheffer, effettuato sul filo della squalifica (con appena 3 centesimi fra l’arrivo del primo e la partenza del secondo, esattamente la massima tolleranza consentita dal regolamento). Per soli 3 centesimi la Russia, favorita dal pronostico, cede il titolo, nonostante pure lei abbia realizzato un crono sotto il proprio precedente record del mondo (6:49.04); il suo odierno 6:46.84 vale secondo posto e il nuovo record europeo. Così il quartetto russo: Martin Malyutin 1:42.34, Mikhail Vekovishchev 1:41.57, Ivan Girev 1:41.85, Aleksandr Krasnykh 1:41.08. Terzo posto alla Cina, pure lei sotto il record del mondo: con 6:47.53 realizza il nuovo record asiatico e relega gli Stati Uniti, lanciati da Blake Pieroni con 1:41.85, al quarto posto, con 6:49.84. Nella squadra della Cina si è rivisto il campionissimo Yang Sun che, applauditissimo, ha nuotato la terza frazione portando temporaneamente in testa la sua squadra. Così il quartetto cinese: Xinjie Ji 1:42.67, Jiayu Xu 1:41.68 , Yang Sun 1:41.25, Shun Wang 1:41.93.

Nella finale dei 400m stile libero femminili non c’è Simona Quadarella, eliminata in batteria con il 13° tempo (4:04. ). C’è, invece, la ligure Erica Musso che chiude all'ottavo posto la prima finale mondiale della carriera col tempo di 4:03.61, 24 centesimi in più di quanto nuotato in batteria e, forse vittima della tensione, lontana anche dal primato personale di 4:00.44 realizzato al Nico Sapio. La 24enne di Savigliano che si è riaffacciata alla ribalta internazionale dopo l'argento con la 4x200 stile libero ai Mondiali in lunga di Kazan del 2015. Podio tutto extraeuropeo e tutto composto da giovanissime. Vince la 18enne australiana Ariarne Titmus (foto sotto), un giovane talento di cui da tempo si dice un gran bene, che si aggiudica la medaglia d’oro col nuovo record mondiale di 3:53.92 (56.08/1:55.37/2:54.94). Si noti il parziale ai 200. Il primato precedente era 5 centesimi superiore e apparteneva alla fenomenale sedicenne cinese Jianjiahe Wang con 3:53.97. La Wang, oro negli 800 nella seconda giornata, conquista l'argento dietro alla Titmus in 3:54.56 (56.43/1.55.93/2.55.67) ma davanti alla straordinaria connazionale e coetanea Binjie Li, terza in 3:57.99.

MONDIALI HANGZHOU_ARIARNE TITMUS AUS

Nessun azzurro nelle finali dei 50m farfalla femminili, dei 100m misti femminili e dei 50m stile libero maschili.

L'olandese Ranomi Kromowidjojo, 74 medaglie tra Olimpiadi, Mondiali ed Europei, in forma splendida, vince in bellezza, con 24.47, i 50m farfalla prima finale individuale della giornata. E’ il suo secondo oro a Hangzhou dopo quello dei 100 stile libero. Il suo tempo rappresenta il nuovo record di campionati (prec. Sarah Sjostrom, 24.58, da Doha 2014). Argento a Holly Barratt (AUS) con 24.80 e bronzo a Kelsi Dahlia (USA) con 24.97.

Nei 100m misti terzo oro e quarto titolo consecutivo in questa specialità per Katinka Hosszu, con in 57.26. A Hangzhou l’ungherese  ha vinto anche i 400m misti e i 200m farfalla. Argento alla diciottenne giapponese Runa Imai in 57.85 e bronzo alla giamaicana Alia Atkinson con 58.11. Rispettivamente quarta e quinta le statunitensi Melanie Margalis e Kathleen Baker. Deludente anche Emily Seebohm (AUS), terza nel 2014 e seconda nel 2016, soltanto sesta oggi.

Il russo Vladimir Morozov, pure lui in gran forma a Hangzhou, vince perentoriamente i 50m stile libero in 20.33, a soli 7 centesimi dal record del mondo di 20.26 stabilito dal francese Florent Manaudou nel 2014. Morozov aveva vinto questa gara ai Mondiali in corta nel 2012 ed era stato secondo nel 2016.  Argento in 20.54 all’ americano Caeleb Dressel , che aveva realizzato il tempo più veloce delle semifinali, con 20.51. Squalificato dopo essere arrivato terzo il britannico Ben Proud che lascia il bronzo al sudafricano Bradley Tandy, 20.94. Settimo con 21.20 il redivivo brasiliano Cesar Cielo, campione nel 2010 e terzo nel 2014,

Semifinali

Martina Carraro sfrutta la sua splendida forma del momento e si qualifica per la finale dei 100m rana in 1:04.87 (30.49), nuovo record italiano e sesto crono delle semifinali. E’ il quarto primato nazionale da lei realizzato a Hangzhou dalla 25enne genovese dopo i tre stabiliti nei 50 rana. Già in batteria la Carraro aveva migliorato il personale portandolo da 1:05.41 a 1:05.06. Il precedente primato, di 1:05.00, era di Arianna Castiglioni che, invece,  peggiora di oltre mezzo secondo il tempo realizzato in batteria e viene eliminata co9n il 13° crono, 1:05.80. Precedono la Carraro la trentenne giamaicana, primatista mondiale, Alia Atkinson 1:04.07 (già oro nei 50 rana e bronzo nei 100 misti), l'australiana Jessica Hansen 1:04.11, l’americana Katie Meili 1:04.54,  la cinese Jinglin Shi 1:04.73 e la belga Fanny Lecluyse 1:04.82.

Nei 50m farfalla a Piero Codia e Matteo Rivolta non basta andare sotto al record italiano per superare le semifinali. Il 29enne triestino, ottavo nei 100 farfalla, nuota in 22.76, primato italiano per 7 centesimi (prec. di Matteo Rivolta) e personale di 8 centesimi, ma nono tempo delle semifinali, escluso dalla finale per un centesimo (entrano il sudafricano Ryan Coetzee e il giapponese Takeshi Kawamoto che nuotano rispettivamente in uno e 2 centesimi meglio di Codia). Fuori dalla finale anche Matteo Rivolta, con il 10° tempo, 22.83, primato personale migliorato di 4 centesimi. I due migliori tempi sono del 38enne brasiliano Nicholas Santos, con 21.96, vicinissimo al proprio record del mondo di 21.75, e del sudafricano Chad Le Clos, con 22.34.

 

Quarta Giornata, Venerdì 14 Dicembre - Risultati degli Italiani

Finali  

4x50 Stile Libero M

Prec. Ri 1'23"37 (Calvi, Orsi, Nalesso E Magnini) Il 14/12/2008 Agli Europei Di Rijeka 

1. Stati Uniti 1'21"80 RM

2. Russia 1'22"22

3. Italia 1'22"90 RI

Santo Condorelli 21"27 Pp (Prec. 21"32), Andrea Vergani 20"44, Lorenzo Zazzeri 20"57, Alessandro Miressi 20"62

50 Farfalla F

Nessun'italiana Qualificata

1. Ranomi Kromowidjojo (Ned) 24"47 CR

2. Holly Barratt (Aus) 24"80

3. Kelsi Dahlia (Usa) 24"97

100 Misti M

Prec. RI 51"42 di Marco Orsi In Semifinale

Prec. RI 51"57 di Marco Orsi Il 30/11/2018 Agli Assoluti Di Riccione

1. Kliment Kolesnikov (Rus) 50"63 CR / RMJ

2. Marco Orsi 51"03 RI

3. Hiromasa Fujimori (Jpn) 51"53

100 Misti F

Nessun'italiana Qualificata

1. Katinka Hosszu (Hun) 57"26

2. Runa Imai (Jap) 57"85

3. Alia Atkinson (Jam) 58"11

400 Sl F

RI 3'57"59 di Federica Pellegrini Il 6/3/2011 ad Ostia 

1. Ariarne Titmus (Aus) 3'53"92 RM 

2. Jianjiahe Wang (Chn) 3'54"56

3. Binjie Li (Chn) 3'57"99

8. Erica Musso 4'03"61

50 SL M

Nessun Italiano Qualificato

1. Vladimir Morozov (Rus) 20"33

2. Caeleb Dressel (Usa) 20"54

3. Bradley Tandy 20"94

50 Dorso F

Nessun'italiana Qualificata

50 Dorso M

RI 23"05 di Simone Sabbioni del 17/12/2017 agli Europei di Copenaghen

1. Evgeny Rylov (Rus) 22"58

2. Ryan Murphy (Usa) 22"63

3. Shane Ryan (Irl) 22"76

6. Simone Sabbioni 23"26 

4x200 SL M - Italia

RI 6'51"80 (D'Arrigo, Belotti, Di Fabio E Magnini) Il 14/12/2014 ai Mondiali Di Doha

1. Brasile 6'46"81 RM

2. Russia 6'46"84 RE

3. Cina 6'47"53

6. Italia 6'55"67  

(Filippo Megli 1'42"62 Pp (Prec. Pp 1'43"92), Matteo Ciampi 1'43"59, Alessio Proietti Colonna 1'44"39 E Mattia Zuin 1'45"07)

Semifinali

100 Rana F

Prec. RI 1'05"00 Ariannna Castiglioni Il 16/12/2017 agli Europei di Copenhagen

1. Alia Atkinson (Jam) 1'04"07

6. Martina Carraro 1'04"87 RI (Prec. Pp 1'05"06 In Batteria) Qualificata alla Finale

13. Arianna Castiglioni 1'05"80 Eliminata

50 Farfalla M

Prec. RI 22"83 di Matteo Rivolta Del 5/12/2015 agli Europei Di Netanya

1. Nicholas Santos (Bra) 21"96

9. Piero Codia 22"76 RI (Prec. Pers. 22"84 del 2017) Eliminato

10. Matteo Rivolta 22"79 Eliminato

 

Risultati completi: 

http://www.omegatiming.com/Competition?id=000112010cffffffffffffffffffffff&day=4

 

Foto Andrea Staccioli/Deepbluemedia.Eu

 

 

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter