Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Salvamento

Campionati Mondiali Rescue di salvamento a Montpellier (Francia) - terza giornata

Mondiali Rescue 2014: chiusura in piscina con gli azzurri 19esimi. Domani le prove oceaniche

Prima parte di Mondiali Rescue conclusa per l'Italia del nuoto per salvamento. In Francia, a Montpellier, la terza giornata di gare "Senior" è stata dedicata alla prova del SERC (simulazione di salvataggio a squadre). Gli azzurri hanno chiuso in 19esimi. In parallelo, anche la Nazionale Juniores ha terminato la prima metà del Mondiale, ma con le gare in mare. Da domani le prove oceaniche per i "big", mentre gli Junior si trasferiranno in piscina.

  • Share

La prima parte dei Mondiali Rescue 2014 di salvamento, quella dedicata alle prove in piscina, si è conclusa. In Francia, nel terzo giorno di competizioni riservate ai Senior, si è disputata solamente la prova del SERC (nella copertina, da sinistra il quartetto azzurro che ha gareggiato: Gilardi, Pinotti, Pidello e Mazzi - foto di Giorgiana Emili). Ovvero quella dedicata alla simulazione di salvataggio a squadre.

L’Italia si è classificata in diciannovesima posizione su un totale di 31 squadre al via. Il quartetto azzurro impegnato all’Antigone Pool di Montpellier, ha visto all’opera due donne (Chiara Pidello, torinese tesserata per Marina Militare e Vigili del Fuoco Salza e Martina Mazzi dei Nuotatori Modenesi) e due uomini (Federico Pinotti in forza alle Fiamme Oro Roma e Federico Gilardi, portacolori della Rari Nantes Torino). L’oro mondiale, storico, se l’è aggiudicato il team della Francia (Jonathan Desperges, Thomas Vilaceca, Flora Manciet e Julien Lalanne), che ha avuto la meglio sui quartetti di Australia e Germania. Questo successo permette così ai padroni di casa francesi di salire in cima alla classifica generale provvisoria a punti, superando la Nuova Zelanda.

Dai 50 metri olimpionici e indoor dell’Antigone, i partecipanti cambieranno “location” di gare, saggiando spiaggia e acque della Couchant a La Grande Motte, comune a pochi chilometri dal centro della capitale del Languedoc-Roussilion. Domani, infatti, per i National Teams Open, saranno in programma ben 10 gare che prevedono l’assegnazione di altrettanti titoli mondiali. Si comincia con le eliminatorie del mattino (dalle ore 8:00), per proseguire con le semifinali sempre durante la mattinata. Le finali (dieci in totale, equamente divise tra maschili e femminili), si terranno dalle 14:00.

Contemporaneamente alle prove dei colleghi della National Teams Open, si sono disputati tra mercoledì e giovedì, anche le prime prove del Mondiale riservato agli atleti della categoria Juniores. L’Italia, ha gareggiato a La Grande Motte con 12 ragazzi (6 maschi e altrettante femmine), accompagnati dal responsabile tecnico delle giovanili Gianni Anselmetti e dall’assistente Elena Prelle.

Per ora, in attesa del cambio e dell’inizio delle gare in piscinaprevisto per domani, non è arrivata nessuna medaglia dalle prove oceaniche. E il miglior risultato degli azzurrini l’ha ottenuto Francesco Ippolito, sesto nel frangente. Luca Paolucci si è classificato 18esimo nel frangente, mentre Bruno Cerra ha concluso in posizione numero 12 nella gara delle bandierine. Tra le femmine, le prove migliori sono arrivate da Alessandra Marra, che ha chiuso 14esima nel frangente e da Alice Bacchella classificatasi quattordicesima nell’ocean individuale, nonché decima nel frangente. In chiusura, le staffette Junior: quella maschile “ocean” (Mazza, Cerra, Ippolito, Gallo) ha chiuso undicesima, mentre le donne (Bacchella, Pezziardi, Marra, Cappelletti) si sono classificate 12esime.

Da domani mattina, sabato 20, i nuotatori Junior saranno impegnati dapprima nel SERC e poi in dieci gare che prevedono l’assegnazione delle medaglie, con le finali pomeridiane.

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter