Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Camillo Cametti at Large

Stati Uniti, 17 Gennaio 2015 – Cambio di nazionalità importante

Vyatchanin vuole la Serbia, Cavic lo sconsiglia

Il dorsista russo, che vive negli Stati Uniti da un paio d’anni, ha chiesto la cittadinanza serba ma il serbo che (quasi) sconfisse Phelps, anch’egli americano di residenza, cerca di dissuaderlo. Difficilmente sarà ascoltato. Con Vyatchanin la staffetta mista serba punta al podio.

  • Share
FOTO SU PAG. TWITTER VYATCHANIN

Il dorsista russo Arkady Vyatchanin (foto sotto, in azione), 31 anni il 4 aprile prossimo, medaglie olimpiche ed europee, è da tempo in dissidio con la propria federazione d’origine. Sin dall’aprile 2013 il veterano russo – entrò in Nazionale nel 2000 - aveva manifestato la sua intenzione di gareggiare sotto la bandiera di un altro paese. Ora il suo desiderio starebbe per avverarsi: Vyatchanin, un gigante di 2,03 metri per 91 chili, che da due anni vive negli Stati Uniti (si allena in Florida, a Gainsville, con i Gators, ma nuota per il New York Athletic Club), ha chiesto di diventare cittadino della Serbia e la Federazione Nuoto del paese dei Balcani lo sta aiutando in questa non facile pratica.

London  2012 XXX Olympic Games

La Federnuoto Serba ha confermato di essersi attivata per assicurarsi i servizi di questo nuotatore che vanta un palmarès davvero ricco (molte medaglie olimpiche, mondiali ed europee, incluse sette d’oro agli Europei in vasca lunga e corta, vedi sotto), e che sui 200m dorso detiene il record del mondo in vasca corta (dal 2009) e quello europeo in vasca lunga. Questa la dichiarazione ufficiale: “La Federazione Nuoto Serba ha iniziato la procedura per ottenere la cittadinanza serba per il nuotatore Arkady Vyatchanin. Con l’assistenza del Ministro dello Sport e della Gioventù, Vanja Udovicic (l’ex grande giocatore di pallanuoto, ndr), e grazie al suo impegno personale, la procedura di ottenimento della cittadinanza sarà completata in termini di urgenza. La sua partecipazione alla staffetta mista - con Velimir Stjepanovic, Ivan Lender, e Caba Siladji - ci porterebbe in zona medaglia ad Olimpiadi Mondiali ed Europei, e potrebbe contribuire a conseguire un successo importante per lo sport serbo in generale. La Federazione Nuoto Serba inizierà presto la necessaria procedura con la FINA per cambiare la cittadinanza sportiva del nuotatore”.

Il sito americano SwimSwam, fondato e diretto da Melvin Stewart (medaglia d’oro nei 200m farfalla ai Mondiali di Perth 1991, alle Olimpiadi di Barcellona 1992 e a tre edizioni dei Giochi Pan Pacifici) ha ipotizzato il potenziale della nuova staffetta mista della Serbia, basandosi sui tempi del 2014: Arkady Vyatchanin 53.81, Caba Siladj, 1:01.09, Ivan Lendjer 52.59, Velimir Stjepanovic 49.21. Somma dei tempi 3:36.70, senza I cambi che, ovviamente, fanno scendere il tempo finale. Ai Mondiali 2013, osserva SwimSwam, per entrare in finale ci volle il tempo di 3:34.91. E’ chiaro che con i servizi di Vyatchanin le prospettive di finale, e forse di podio, per la Serbia, si fanno realistiche.

In questa vicenda si è inserito Milorad Cavic, il nuotatore serbo-californiano che all’ Olimpiade di Pechino del 2008 quasi sconfisse Michael Phelps sui 100 metri farfalla, al termine di una gara che rappresenta, e che rappresenterà, una delle pietre miliari della storia del nuoto. Come si ricorderà, Cavic era in testa e sembrava avere vinto la gara ma il cronometraggio elettronico assegnò a Phelps una controversa vittoria, per un centesimo. “Big” Michael poté così festeggiare la sua ottava medaglia d’oro in quell’Olimpiade, un’impresa unica e leggendaria (foto sotto). Cavic si ritirò dall’agonismo dopo l’ Olimpiade di Londra in seguito ad una serie di infortuni.

CAVIC_PHELPS PECHINO 2008

Cavic ha messo in guardia Vyatchanin scrivendo su Twitter: “Capisco le tue ragioni per volere lasciare la Federazione Russa ma ti chiedo di considerare altre federazioni prima di quella serba”. Cavic, poi, è andato giù pesante: “La Federazione Nuoto Serba è afflitta da corruzione e incompetenza, e il suo presidente dovrebbe andare in prigione visto che deve ancora fare una decisione nell’interesse della Serbia. Al momento la Federnuoto Serba firma assegni che non è possibile incassare e fa promesse che non può mantenere, e tu potresti tornare ad essere un nomade per la seconda volta”.

MILORAD CAVIC

L’impressione è che Cavic (foto sopra) abbia dato a Vyatchanin (foto sotto) un consiglio non richiesto e che, dunque, difficilmente sarà ascoltato. La prima foto che compare sulla pagina Twitter di Vyatchanin (da noi riprodotta in copertina) è quella della scritta “I am not afraid”, “Non ho paura”. Potrebbe essere emblematica.

 

Il Palmarès di Vyatchanin

Olimpiadi: Pechino 2008 bronzo 100 e 200m dorso.

Mondiali: Barcellona 2003 argento 100m dorso e staffetta 4x100m mista;

Montreal 2005 argento staffetta 4x100m mista.

Mondiali in vasca corta: Indianapolis 2004 bronzo 200m dorso e staffetta 4x100m mista.

Europei: Budapest 2006 oro 100m dorso, 200m dorso e staffetta 4x100m mista; Eindhoven 2008: oro staffetta 4x100m mista, argento 200m dorso e bronzo 100m dorso.

Europei in vasca corta: Trieste 2005 argento nei 50m, 100m e 200m dorso; Helsinki 2006 oro 100 e 200m dorso; Istanbul 2009 oro 100m dorso.

Europei giovanili: Malta 2001 argento staffetta 4x100m mista, bronzo 200m dorso;

Linz 2002 oro 50 e 200m dorso, argento 100m dorso e staffetta 4x100m mista.

ARKADY VYATCHANIN RUS_London  2012 XXX Olympic Games

 

 

Le fotografie sono di Giorgio Scala/Deepbluemedia.eu - Inside.com






Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter