Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Camillo Cametti at Large

Losanna, Lunedì 25 Luglio 2016 – La Russia e le Olimpiadi 2016

CIO e FINA d’accordo: Russia si a Rio, atleti dopati (Efimova, Morozov) no

Yuliya Efimova e Vladimir Morozov fuori dai Giochi. Stesso destino per Nikita Lobintsev, Daria Ustinova, Natalia Lovtsova, Mikhail Dovgalyuk e Anastasia Krapivina (nuoto maratona).

Finalmente cala il sipario su una vicenda che ha tenuto banco per mesi sui media di tutto il mondo, e nelle chiacchere degli addetti ai lavori, più delle imprese sportive che si sono succedute dall’inizio dell’anno sino ad oggi, quando mancano 11 giorni all’inizio della XXXI Olimpiade.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Gli strascichi del Torneo Fina di Qualificazione Olimpica Maschile di Trieste

QUERELLE PER RIO: una vicenda kafkiana tra Canada, Francia e Olanda

Intanto al giocatore Alexei Bugaychuk è stata revocata la sospensione temporanea inflittagli per avere assunto il meldonium; l’attaccante, punto di forza della Nazionale russa, non ha potuto giocare a Trieste.

Il giorno 7 aprile Francia e Canada, già qualificatesi per i Quarti di Finale, si sono incontrate nell’ultima partita della Fase Preliminare, sapendo che ai Quarti la squadra vincente avrebbe incontrato la Spagna e quella perdente l’Olanda.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Kazan, 2 Agosto 2015 – Bilancio Nuoto Sincronizzato

RUSSIA pigliatutto: 8 ori e un argento

Cina sempre seconda con sei argenti e un bronzo. Torna sul podio il Giappone con quattro medaglie di bronzo. L’Italia è sesta con due bronzi, entrambi nel misto.

Nel nuoto sincronizzato, è noto, le gerarchie non si sovvertono facilmente. Certamente la Russia non poteva essere scalzata dalla sua posizione dominante, tanto più che giocava in casa. Le atlete russe hanno imposto la loro schiacciante supremazia vincendo una medaglia in ciascuna delle 9 gare , 8 d’oro e una d’argento. Belle le loro coreografie e musiche, straordinaria la loro bravura. Un incanto per il numerosissimo pubblico che le ha applaudite
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Stati Uniti, 17 Gennaio 2015 – Cambio di nazionalità importante

Vyatchanin vuole la Serbia, Cavic lo sconsiglia

Il dorsista russo, che vive negli Stati Uniti da un paio d’anni, ha chiesto la cittadinanza serba ma il serbo che (quasi) sconfisse Phelps, anch’egli americano di residenza, cerca di dissuaderlo. Difficilmente sarà ascoltato. Con Vyatchanin la staffetta mista serba punta al podio.

Il dorsista russo Arkady Vyatchanin, 31 anni il 4 aprile prossimo, medaglie olimpiche ed europee, è da tempo in dissidio con la propria federazione d’origine. Sin dall’aprile 2013 il veterano russo – entrò in Nazionale nel 2000 - aveva manifestato la sua intenzione di gareggiare sotto la bandiera di un altro paese. Ora sembra che il suo desiderio stia per avverarsi: Vyatchanin, un gigante di 2 metri per 87 chili, che da due anni vive negli Stati Uniti (si allena in Florida, a Gainsville, con i Gators, ma è tesserato per il New York Athletic Club), ha chiesto di diventare cittadino della Serbia e la Federazione Nuoto del paese dei Balcani lo sta aiutando in questa non facile pratica.
Continua a leggere...

Spazio Libero

Campionati Europei Juniores rivisitati – Analisi Tecnica

Euro Junior: talenti in ascesa

A Dordrecht molte giovani promesse si sono messe in mostra in un palcoscenico internazionale, i campioni di domani. La russa Arina Openysheva numero uno con sette medaglie d'oro. La Russia ha dominato il medagliere.

Come di consueto nel settore giovanile la Russia ha dimostrato uno strapotere immenso, ma negli ultimi anni – a livello assoluto – non ha ottenuto risultati neppure lontanamente paragonabili agli standard raggiunti in questi giorni. L'impressione è che, rispetto agli altri paesi con cui si è confrontata, la crescita fisica degli atleti dell'Est Europa sia più repentina o che gli allenamenti siano più intensi in giovane età.
Continua a leggere...

Il Blog di Gianfranco Saini

Verso i Campionati Europei (50m) – Berlino, 18 – 14 agosto 2014

Italia seconda, dietro alla Gran Bretagna e davanti alla Russia

Presenze per nazione nelle prime dieci posizioni delle classifiche europee al 5 luglio 2014. Presentiamo tre tabelle relative alle presenze per nazione nelle Top Ten europee nelle gare individuali in programma ai prossimi Europei.

Le tabelle sono costruite considerando i 10 migliori tempi in assoluto, anziché i due migliori per nazione, proprio per dare conto dell’ effettiva qualità degli atleti presenti nei vari ranking. A seguire, per i tre campi indagati: donne, uomini e complessiva donne + uomini, viene data la classifica per nazione in base al numero di presenze.
Continua a leggere...

Il Blog di Gianfranco Saini

Bilanci di fine anno - Classifiche Europee Juniores 2013

Italjunior terza in Europa

Russia miglior squadra, davanti a Gran Bretagna e Italia. Due Azzurrini ai vertici delle graduatorie continentali: Luca Mencarini (200 dorso) e Linda Caponi (400 stile libero

L’Italjunior, che si è tolta in stagione tante soddisfazioni, chiude l’anno 2013 comandando 2 delle 34 classifiche europee di categoria dei due settori: quella dei 200 dorso maschili grazie a Luca MENCARINI e quella degli 400 stile libero femminili grazie alla quindicenne Linda CAPONI, che sarà junior anche il prossimo anno. Nelle prime tre posizioni delle graduatorie continentali stagionali della categoria maschile (annate 1995-1996) anche Andrea Mitchell D’ARRIGO, 2° nei 200 e 3° nei 400; il diciassettenne stile liberista Nicolangelo DI FABIO, e il suo coetaneo dorsista Simone SABBIONI, entrambi juniores nel prossimo anno, sono rispettivamente 3° nei 200 stile libero e nei 50 e 100 dorso.
Continua a leggere...

Il Blog di Gianfranco Saini

Herning (Danimarca), 12-15 dicembre (25m) – 17i Campionati Europei LEN/Quarta Giornata e Bilancio finale

Belmonte, Gyurta, Morozov, Efimova, Meilutyte, Pellegrini…

…tanti protagonisti, bei campionati. L’Italia fa la sua parte ed è seconda sia nella Classifica per Nazioni sia nel Medagliere complessivo, con 12 medaglie (1 oro, 5 argenti, 6 bronzi).

Mireia BELMONTE GARCIA ottiene il quarto oro individuale, ancora una volta battendo nello scontro diretto nei 400 misti la campionessa del mondo di Barcellona 2013 Katinka HOSSZU. È lei la donna dei Campionati, perché il successo della lituana Ruta MEILUTYTE su Yuliya EFIMOVA, nello stellare duello nei 100 rana, concluso con le due atlete separate da 4/100 ed entrambe sotto 1:03.0, impedisce alla fuoriclasse russa di raggiungere i tre ori individuali e di essere la sola atleta dei due settori ad aver completato una tripla in uno dei cinque stili di gara, per di più con un record del mondo in carniere.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Herning (Danimarca), 12-15 dicembre (25m) – 17i Campionati Europei LEN/Quarta giornata – Ultima sessione (SF e Finali)

Vladimir Morozov uomo d’oro (7 titoli). Pellegrini regina dei 200 stile libero

Con il titolo europeo nella “sua” gara Federica ritrova piena fiducia nei propri mezzi. Medaglie di bronzo per Filippo Magnini (200sl) e Stefano Mauro Pizzamiglio (100 misti). L’Italia chiude con l’argento nella staffetta 4x50 stile libero maschile. La Russia vince il Trofeo del Campionati con 1076 punti. Seconda l’Italia (891) e terza la Germania (790).

La Gara Clou 200 STILE LIBERO DONNE. Federica Pellegrini, sicura come non l’avevamo mai vista prima, vince alla grande, con una progressione irresistibile nella seconda metà gara, come è sua abitudine. Nei primi 100metri lascia sfogare l’arrembante russa Veronika Popova, che vira a metà gara con una lunghezza di vantaggio sulle avversarie, in 54.83. La Pellegrini è in quarta posizione, con 55.96. Poi la rimonta. Con l’ultima virata salta la Popova e la francese Charlotte Bonnet e va vincere in maniera regale, in 1:52.80, sesta prestazione mondiale stagionale (26.98, 28.88, 28.83, 28.11).
Continua a leggere...

Il Blog di Gianfranco Saini

Campionati Europei di Herning, 12-15 dicembre (25m) – Proseguiamo la presentazione delle squadre/Russia

Russia con 37 atleti (e tutte le staffette)

Vladimir Morozov e Yuliya Efimova i leader. Da seguire l’emergente ranista Oleg Kostin. La squadra può vincere il Trofeo dei Campionati.

Lo squadrone russo è, secondo Il Mondo del Nuoto, il favorito naturale per il successo nel Championships Trophy, l’ambito Trofeo che consegna alla nazione che lo vince, di norma premiata sul podio per mano del presidente della LEN, il titolo di “Best Team of Championships”. Con 37 atleti convocati, 24 uomini e 13 donne, la rappresentativa è seconda solo alla Francia (44 nuotatori) per numero di partecipanti, esprimendo 102 presenze gara, 60 delle quali in campo maschile. Coperte tutte e sei le staffette, con quelle maschili e le due Mixed in piena corsa per l’oro e quelle femminili comunque di grande spessore: una base molto solida per arrivare in vetta.
Continua a leggere...