Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Nuoto

Indianapolis (USA), Venerdì 25 Agosto 2017 – 6i Campionati del Mondo Juniores FINA (50m)

MONDIALI JR - Martinenghi, record del mondo in SF e poi oro nei 100 rana

Il varesino realizza il nuovo primato in semifinale dopo avere stabilito il record dei campionati in batteria. In finale anche Alessandro Pinzuti, quinto. Nei 100 dorso femminili doppio record del mondo: della canadese Taylor Ruck in semifinale, dell’americana Regan Smith in finale..

  • Share
NICOLO MARTINENGHI

A Indianapolis, nelle prime due giornate di Campionati del Mondo Juniores, Nicolò Martinenghi conferma il suo talento e nel percorso di maturazione e di crescita verso i vertici mondiali della specialità nuota i 100m rana per tre volte consecutive con tempi di rilevo assoluto realizzando in sequenza il record dei campionati in batteria, con 59.53 (27.97 / 31.56) il record mondiale di categoria - anche record italiano e quarto crono dell’anno (dopo il britannico Adam Peaty 57"47, lo statunitense Kevin Cordes 58"64, e il cinese Yan Zibel 58"92) - in semifinale con 59.01 (27.48 / 31.53), e la vittoria nella finale con 59.58 (27.54 / 32.04) con cui si incorona campione del mondo juniores.

Un percorso netto, da dominatore, che lo porta sul gradino più alto del podio, nettamente sopra gli americani Reece Whitley (1'00"08) e Michael Andrew (1'00"37), rispettivamente argento e bronzo. Subito dietro l’altro azzurro Alessandro Pinzuti, ottimo quinto con un crono palindromico, 1’01”01.

Due anni fa ai Mondiali Juniores di Singapore nei 100m rana Martinenghi fu settimo (2° nei 50m rana, gara in programma domenica a Indianapolis).

Questo titolo è la conferma dei grandi progressi compiuti nell’ultimo biennnio  dal diciottenne varesino, allievo di Marco Pedoja al NC Brebbia (tesserato anche per le Fiamme Oro Roma).

Unica frenata ai Mondiali di Budapest dove il suo 59.01 delle semifinali gli sarebbe valso la medaglia di bronzo nella finale mondiale, vinta, invece, dal russo Kyrill Prigoda con 59.05. A Budapest Martinenghi fu escluso dalla finale dei 100 metri – e anche da quella dei 50 metri - con il nono tempo: un incidente, un intoppo, nel suo percorso di maturazione la cui evoluzione nel breve termine dovrebbe arrestarsi soltanto dietro il robotico e forzuto britannico Adam Peaty.

In questa stagione Martinenghi ha nuotato i 100m rana 23 volte scendendo 16 volte sotto il minuto, 3 volte sotto il primato italiano di 59''42 realizzato da Fabio Scozzoli, quando vinse l'argento ai Mondiali di Shanghai, nel 2011: un’altra conferma del suo ingresso stabile nell’élite internazionale della specialità.

NICOLO MARTINENGHI

Da segnalare anche il quinto posto della fondista Giulia Salin negli 800m stile libero, con 8'32"11,  record italiano juniores. La Salin – 15 anni, Team Veneto, la più giovane finalista, unica del 2002 - si migliora di oltre 5 secondi e cancella il precedente record di 8'35"39 realizzato da Simona Quadarella quando vinse l'oro alle Olimpiadi Giovanili di Nanchino, il 19 agosto 2014. Per la nuotatrice veneta un risultato davvero promettente.

Nella stessa gara, vinta dall'argentina Delfina Pignatiello in 8'25"22, Giorgia Romei è settima col personale di 8'36"91.

Nei 200m misti vinti dal tedesco Johannes Hintze in 1’59”03, record mondiale juniores, Alberto Razzetti chiude sesto in 2'02"89.

Nella staffetta 4x100m mista mixed, vinta dal Canada in 3'46"36, l’Italia è quinta in 3'51"46.

Da segnalare anche il doppio record mondiale juniores nei 100m dorso femminili ad opera della canadese Taylor Ruck, 59.28 (29.07 / 30.21) in semifinale,  e dell’americana Regan Smith, vincitrice della finale in 59.11 (28.70 / 30.41), dopo avere realizzato il secondo tempo delle semifinali con 59.41. La Ruck, pure ulteriormente migliorata a 59.23, a solo 12 centesimi dall'americana, si è dovuta accontentare della medaglia d'argento.

 

Nelle finali della prima giornata ottavo posto per la staffetta azzurra 4x100m stile libero maschile con 3'20"29 (Nardini 49"97, Deplano 49"89, Ceccon 50"58, Peron 49"85).  Squalificata per cambio irregolare la 4x200m stile libero femminile.

Nei 100m dorso Thomas Ceccon è 9° in 55"89. 

 

Seconda Giornata – Venerdì 25 Agosto

 

Risultati degli Italiani

100 Rana M

1. Nicolò Martinenghi 59"58
2. Reece Whitley (Usa) 1'00"08
3. Michael Andrew (Usa) 1'00"37
5. Alessandro Pinzuti 1'01"01

100 farfalla M
16. Federico Burdisso 53"83 eliminato

100 stile libero F
16. Maria Ginevra Masciopinto 57"12 eliminata

200 Misti M
1. Johannes Hintze (Ger) 1'59"03 RWJ

6. Alberto Razzetti 2'02"89

800 stile libero F
1. Delfina Pignatiello (Arg) 8'25"22 CR
5. Giulia Salin 8'32"11 R.I.J
7. Giorgia Romei 8'36"91 pp

4x100 Mista Mixed
1. Canada 3'46"36

5. Italia 3'51"46 (Quaglieri 1'02"17, Martinenghi 59"12, Burdisso 53"60, Masciopinto 56"57)

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter