Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Nuoto

Tianjin (Cina), 31 Agosto / 7 Settembre 2017 – 13i China Games (50m)

La CINA torna minacciosa: svettano i mezzofondisti Yang Sun e Bingjie Li

Ai China Games quattro vittorie per il venticinquenne super asso, tre per la straordinaria quindicenne: entrambi si impongono nei 400, 800 e 1500 metri stile libero, Sun anche nei 200 metri; entrambi realizzano la migliore prestazione sui 400 metri.

  • Share
YANG SUN CHN

Grande nuoto alla 13esima edizione dei Giochi della Cina (China Games), svoltasi in vasca da 50 metri a Tianjin nell’arco di otto giornate, dal 31 agosto al 7 settembre. Il 27 agosto sono stati preceduti da una sontuosa cerimonia inaugurale, in perfetto stile artistico cinese. I China Games si svolgono ogni 4 anni e sono una competizione multi sport, una specie di mini olimpiade. In Cina sono presi molto sul serio e godono di un’ampia copertura mediatica. Alcuni nuotatori puntano più su questo evento che sui Campionati del Mondo quando, come quest’anno, hanno luogo nello stesso anno.

A Tianjin si sono messi in evidenza campioni già affermati, nuotatori con storie di doping, giovani emergenti e anche qualche giovanissimo di straordinario talento, motivati anche dai cospicui premi messi in palio dagli organizzatori, superiori perfino a quelli corrisposti dalla FINA ai Mondiali.

Su tutti due mezzofondisti: l’estroso e discusso campionissimo Yang Sun (in copertina), 25 anni, con 4 titoli individuali - tutte le distanze dello stile libero dai 200 ai 1500 metri (migliore performance nei 400 metri), e la fuoriclasse quindicenne Bingjie Li con un tris di grande qualità nei 400, 800 e 1500 metri stile libero. Anche lei ha realizzato la sua migliore prestazione sui 400 metri.

Andiamo per ordine.

31 Agosto – Prima Giornata

Yang Sun, che gareggia per la squadra dello Zhejiang, irrompe nella manifestazione vincendo i 400m stile libero con un gran tempo, 3:41.94, il secondo tempo più veloce del 2017 dopo il suo 3:41.38 con cui vinse l’oro ai Mondiali di Budapest davanti a Gabriele Detti, argento in 3:43.36. Quest’anno nessun altro è sceso sotto i 3:43. Il crono odierno è il quinto più veloce di sempre di Sun.

Nei 400m misti maschili s’impone il compagno di squadra di Sun, Shun Wang in 4:12.59, primato personale, circa 3 secondi davanti a Yi Shi.

Vittoriosa nella gara femminile Min Zhou in 4:40.75, primato personale. Argento a Danlu Xu in 4:42.53 e bronzo a Xinya Wang in 4:43.40. Soltanto sesta la campionessa olimpica di Londra 2012 Shiwen Ye, oggi ventunenne, in 4:46.94. La Ye aveva realizzato il tempo più veloce delle batterie con 4:41.63.

1 Settembre – Seconda Giornata

Bingjie Li (foto sotto), quindicenne studentessa dello Hebei, che ai Mondiali di Budapest incalzò Katie Ledecky negli 800m stile libero, giungendo seconda con non troppo distacco in 8:15.46, vince i 400m stile libero femminili in 4:01.75 (58.51/1:59.73/3:01.11), nuovo record asiatico (prec. 4:02.35 realizzato da Qian Chen nel 2009 con costume gommato) e terzo tempo dell’anno a 21 centesimi dal secondo tempo dell’americana Lea Smith (4:01.54).

Il precedente personale della giovanissima cinese era di 4:02.52, realizzato ai Campionati Nazionali Primaverili in aprile, a Qingdao. Ai Mondiali 2017 vinse il bronzo in 4:03.25 dietro le americane Katie Ledecky e Leah Smith . Con il tempo di Tianjin avrebbe vinto il bronzo olimpico a Rio 2016. Davvero un gran talento.

BINGJIE LI CHN

Nei 100m farfalla femminili, prevale Yilin Zhou  in 57.41, 9° crono dell’anno dopo il 57.29 realizzato dalla connazionale Yufei Zhang nella finale mondiale di Budapest. Oggi la Zhang ha perso per 3 centesimi e si è accontentata del secondo posto, in 57.44.

Zibei Yan vince i 100m rana maschili in 59.23, un crono più lento rispetto a quello da lui realizzato in semifinale con 58.97 (ad appena 5 centesimi dal proprio record nazionale realizzato in aprile con 58.92, 3° tempo dell’anno). Argento a Haiyan Tan in 59.57.

2 Settembre – Terza Giornata

Yang Sun vince il suo secondo oro nei 200m stile libero in 1:45.15. A Budapest vinse il titolo mondiale in 1:44.39, a Rio quello olimpico in 1:44.65. Il tempo di Tianjin gli avrebbe comunque consentito di vincere l’argento a Rio e il bronzo a Budapest.

Nei 100m dorso femminili successo di Yuanhui Fu, bronzo a Rio 2016, in 59.40 unico crono sotto il minuto. Nella gara maschile s’impone Jiayu Xu in 52.60 (ai Primaverili realizzò il record nazionale con 51.86)

Netta affermazione di Jinglin Shi nei 100m rana femminili  in 1:06.71, un secondo meglio di Yun He, 1:07.72. Terza Jingyao Yu in 1:07.92. A Budapest la Shi fu quinta in 1:06.43.

Da notare che Yuhan Qiu - duplice medaglia d’oro alle Olimpiadi giovanili del 2012, positiva per hydrochlorothiazide nel maggio 2016 durante un test fuori dalle competizioni (fu sanzionata con una sospensione di 9 mesi che le impedì di partecipare alle Olimpiadi di Rio) - realizza il tempo più veloce delle semifinali dei 200m stile libero femminili con 1:56.60, appena un centesimo meglio di Yuhan Zhang, seconda in 1:56.61. Terzo tempo per la protagonista della giornata precedente, Bingjie Le, in 1:57.25.

3 Settembre - Quarta Giornata

La straordinaria quindicenne Bingjie Li vince il suo secondo titolo nei 1500m stile libero, con 15:52.87, record asiatico e terzo tempo dell’anno che a Budapest – dove non fu iscritta a questa gara - le sarebbe valso la medaglia di bronzo.

Zibei Yan, già vincitore dei 100m rana, si prende anche i 200 metri col tempo di 2:09.56, unico sotto i 2:10 (ed anche per lui è la prima volta). Il record nazionale è di 2:08.71, realizzato in aprile da Haiyang Qin.

Nella finale dei 200m stile libero femminili si afferma Yuhan Zhang con 1:56.43. Seconda, dalla corsia uno, Zixuan Liu in 1:57.01. Soltanto sesta Yuhan  Qiu in 1:57.99 (1:56.60 in semi finale).

Bingjie Le rinuncia alla finale dei 200m stile libero per concentrarsi sui 1500 metri che vince in 15:52.87, nuovo record nazionale e terzo tempo dell’anno, davanti al 15:53.86 con cui Simona Quadarella vinse il bronzo mondiale a Budapest. Il precedente record nazionale di 15:58.02 era stato realizzato da Xuanxu Li nel 2011 ai Mondiali di Shanghai..

La duplice campionessa olimpica dei misti a Londra 2012, Shiwen Ye, 21 anni, s’impone nettamente nei 200m misti, in 2:10.91 (12° crono 2017); un parziale riscatto il suo, dopo le deludenti prove nei 400m misti (4:41.63 in batteria, 4:46.94 in finale, soltanto sesta).

200m farfalla maschili a Zhuhao Li col tempo di 1:55.95.  

4 Settembre - Quinta Giornata

Brillano nuovamente le stelle Yang Sun e Zetao Ning. Sun si aggiudica facilmente gli 800m stile libero in 7:46.80, tempo non strepitoso, distante da quello con cui Gregorio Paltrinieri vinse la medaglia di bronzo aI Mondiali, ma sufficiente per relegare i suoi rivali a oltre 6 secondi. 

Zetao Ning domina i 100m stile libero con un veloce 47.92, esattamente il tempo con cui l’australiano Cameron McEvoy fu quarto a Budapest. In questa gara Ning, assente a Budapest 2017, fu campione mondiale nel 2015, in 47.65. A Rio nuotò in 48.37 e rimase fuori dalle semifinali.

Vittoria di Yufei Zhang nei 200m farfalla femminili in 2:06.17. Argento, appena 12 centesimi dietro, per Yilin Zhou. Entrambe in notevole progresso rispetto ai Mondiali di Budapest dove furono finaliste: la Zhang quinta in 2:07.06, la Yilin ottava in 2:07.67.  Il record mondiale di 2:01.81, realizzato dalla connazionale Zige Liu nel 2009, con costume gommato, resta assai lontano.

Nei 200m rana maschili incredibile progresso di Haiyang Qin, nuotatore dell’Esercito di Liberazione, che vince la gara in 2:07.35, record cinese e record mondiale juniores. Il record precedente gli apparteneva con 2:08.71, dunque un progresso notevole. A Budapest Qin aveva nuotato in 2:10.14 (in semifinale). Argento a Zibei Yan in 2:08.75, personale per oltre un secondo.

Da notare le performance della dodicenne Yichun Wang autrice di 58.44 nei 100m farfalla, in batteria, e di 55.60 nei 100m stile libero, in semifinale: crono tra i migliori crono al mondo a quel limite di età.

5 Settembre - Sesta Giornata

Dopo i 400m misti Shun Wang vince i 200m misti in 1:57.02, poco avanti a Haiyang Qin, argento in 1:57.71, un tempo assai vicino a quello del proprio record mondiale juniores di 1:57.06 che gli valse il 6° posto nella finale mondiale di Budapest 2017 ( con Wang medaglia di bronzo).

Jinglin Shi, 24 anni, vince nettamente i 200m rana femminili in 2:22.66.  A Budapest fu bronzo in 2:21.93, un crono a ridosso del record nazionale di 2:21.37 realizzato da Hui Qi nel 2009 con costume gommato.

Menghui Zhu si aggiudica i 100m stile libero in 53.40, un crono di prestigio molto al di sotto del 53.85 che le valse l’11° posto a Budapest 2017. Il record nazionale è di 53.13.

Dopo la vittoria nei 100m dorso Jiayiu Xui, anch’egli dello Zhejiang,  si aggiudica anche i 200m dorso, in 1:55.42; questo crono è di 16 centesimi superiore all’1:55.26 che gli valse il 5° posto a Budapest, dove in precedenza aveva vinto il titolo mondiale dei 100 metri.

Nelle semifinali dei 50m stile libero Zetao Ning è l’unico a scendere sotto i 22 secondi, con 21.98, a 7 centesimi dal proprio record nazionale di 21.91 realizzato nell’edizione 2013 dei Giochi della Cina.

6 Settembre – Settima Giornata

Nei 50m stile libero femminili Xiang Liu, sesta ai Mondiali di Budapest con  24.58, esordisce con un veloce 24.32 in batteria, record nazionale e asiatico abbatuto per 19 centesimi. Il precedente limite, di 24.51, fu realizzato da Jingyi Le nel 1994 ai Mondiali di Roma, all’epoca anche record del mondo. Nella seconda semifinale la Liu accende un nuovo fuoco d’artificio nuotando la distanza in 24.04, limando ben 28 centesimi al fresco e storico record del mattino. E’ il 5° crono dell’anno dopo il 23.67 (record mondiale) di Sara Sjostrom, il 23.85 di Ranomi Kromowidjojo, il 23.97 di Simone Manuel e il 24.00 di Pernille Blume. Nel ranking 201, subito dietro la Liu troviamo le sorelle Bronte e Cate Campbell, entrambe con 24.43.

Nei 200m dorso femminili vittoria di Yaxin Liu in 2:08.41 (a Budapest 2:09.02 in semifinale).

Zhuhao Li si aggiudica i 100m farfalla maschili in 51.10 (a Budapest fu sesto in 50.96).

Dopo i 100m stile libero Zetao Ning  fa suoi anche i 50m stile libero che vince in 22.04, tempo superiore di 6 centesimi al 21.98 da lui realizzato in semifinale. Ning ha un personale di 21.91 realizzato nell’edizione 2013 di questi Giochi. Bronzo e argento a Yang Shi e Xianjian Zhao, rispettivamente in 22.19 e 22.26.

La giovanissima mezzofondista Bingjie Li chiude le sue esibizioni ai Giochi con il suo terzo successo, questa volta sulla distanza di 800 metri, col tempo di 8:20.98. In precedenza la Li aveva vinto i 400m e i 1500m stile libero, entrambe le gare con i record nazionali e asiatici. Impressionante anche la sua coetanea del Liaoning Jianjiahe Wang (sono entrambe quindicenni del 2002), seconda in 8:22.70, con un negative split esemplare (4:10.27 e 4:12.43).

7 Settembre – Ottava Giornata

Yang Sun vince anche i 1500m stile libero in un crono non glorioso, 15:05.18. Quanto basta per realizzare il poker, dopo le vittorie dei giorni precedenti nei 200-400-800 stile libero.

Xiang Liu, 21 anni, vince i 50m stile libero femminili in 24.07 – lo stesso tempo con cui la danese Pernille Blume vinse l’oro olimpico a Rio - dopo avere realizzato il record asiatico, in semifinale, con 24.04. Il precedente record era vecchio di 23 anni: risaliva al 1994 quando fu realizzato dalla discussa “gigantessa” Jingyi Le con 24.51. Tempi veloci anche per le piazzate. Argento a Menghui Zhu con 24.81 (24.68 a Budapest) e bronzo a Yufei Zhang e Qingfeng  Wu in 24.89.

 

 

 

 

 

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter