Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Nuoto

Giacarta (Indonesia), Domenica 19/Martedì 21 Agosto 2018 – Giochi Asiatici (50m)/Highlights delle prime tre giornate

ASIAN GAMES: Yang Sun e Rikako Ikee stelle della prima metà dei Giochi

A metà del programma l’asso cinese e l’emergente teenager giapponese hanno vinto rispettivamente tre e quattro gare individuali. I loro rispettivi paesi si dividono le medaglie d’oro e proseguono nel loro storico dominio dei Giochi. Record del mondo della cinese Xiang Liu nei 50 dorso.

  • Share
Yang Sun CHN

Il nuoto fu incorporato nei Giochi asiatici nel 1951e da allora è stato sempre presente nel programma sportivo. Il Giappone è stato dominante e nelle precedenti edizioni ha vinto più medaglie di tutti: 258 ori, 239 argenti e 149 bronzi. Recentemente la Cina si è fatta incalzante e nei Giochi tuttora in corso ha ingaggiato una sfida senza tregua per la supremazia nel medagliere tanto che a metà programma i due paesi vantano circa lo stesso numero di vittorie. Vediamo ora, giorno per giorno, gli highlights delle gare svoltesi al Gelora Bung Karno Aquatics Centre di Giacarta.

 

Gli Highlights Giorno per Giorno

19 agosto - 1 ° giorno

1500m Stile libero femminili

Bella vittoria della sedicenne cinese  Jianjiahe Wang che inizia a costruire il suo vantaggio a 700 m dalla fine ma che riusce a vincere solo allo sprint per il veemente ritorno della connazionale, coetanea, Bingjie Li. La Wang prende l'oro in 15: 53.68, soltanto 12 centesimi meno della Li. Bronzo alla giapponese Waka Kobori, assai staccata.

200m stile libero maschili

Il ritorno di Yang Sun. Il cinese, detentore del record mondiale dei 1.500 metri e campione olimpico in questo evento, vince in 1: 45.43. Il giapponese Katsuhiro Matsumoto prende l'argento in 1: 46.50, mentre il bronzo va all’altro cinese Xinjie Ji, 1: 46.58. Sun è tornato ad allenarsi in Australia con il coach Denis Cotteril, che lo aveva temporaneamente ripudiato dopo la breve squalifica inflitta a Sun per doping. Facciamo notare come nella foto di copertina, scattata all’arrivo dei 200, sulla cuffia sia scritto Yang Sun, secondo lo stile universale, come è giusto che sia e come noi sosteniamo da sempre e da sempre scriviamo, e non Sun Yang come, come forse per una male interpretata esigenza di “politically correct” la maggior parte dei giornalisti, di tutto il mondo, continua a scrivere.

200m dorso femminili

Yaxin Liu prende l'oro in 2: 07.65 davanti alla giapponese Natsumi Sakai, seconda in 2: 08.13. Bronzo a un’altra cinese, Xuwei Peng, in 2: 09.14.

100m dorso maschile

Vittoria cinese anche in questa gara con Jiayu Xu che precede tutti in 52.34, nuovo record dei Giochi Asiatici. Il giapponese Ryosuke Irie, campione uscente, termina secondo in 52.53. terzo il coreano (del sud) Juho Lee in 54.52.

100m rana femminili

Oro e argento al Giappone. Satomi Suzuki vince in 1: 06.41 e Reona Aoki è seconda in 1: 06.45. Bronzo alla Cina con Jinglin Shi.

200m farfalla maschili

Uno-due, oro e argento, per il Giappone. Daiya Seto vince in 1: 54.53 mentre Nao Horomura finisce secondo in 1: 55.58. Bronzo al cinese Zhuhao Li in 1: 55.76.

Staffetta 4x100m stile libero femminile

Il Giappone vince l'ultima gara della serata in 3: 36.52, record dei Giochi, davanti alla Cina, l’unica vera rivale, seconda in 3: 36.78.

20 agosto – 2° Giorno

800 m stile libero maschili. Yang Sun vince la sua seconda medaglia d'oro dopo aver vinto i 200 nella notte precedente. Sun tocca in 7: 48.36 davanti al giapponese Shogo Takeda (7: 53.01) e al vietnamita Huy Nguyen (7: 54.32). Il crono di Sun è relativamente modesto e gli avrebbe consentito soltanto l’ottavo posto in una ipotetica finale mondiale virtuale che tenga conto dei tempi realizzati nelle quattro grandi manifestazioni dell’anno 2018: in ordine cronologico Giochi del Commonwealth, Giochi Pan Pacifici, Campionati Europei e Giochi Asiatici

50 m farfalla femminili. Medaglia d'oro per Rikako Ikee (foto sotto) che vince in 25.55, nuovo record dei Giochi (prec. 25.83 della cinese Ying Lu, del 2014). Ikee è stata l'unica a scendere sotto i 26 secondi. Alle piazze d’onore le cinesi Yichun Wang (26.03) e Xintong Lin (26.39).

50 m dorso maschili. Anche il cinese Jiayu Xu vince il suo secondo oro, in 24.75. Nella prima giornata Xu aveva vinto il 100, e punta a realizzare la tripla in dorso. Secondo il giapponese Ryosuke Irie in 24.88 e terzo il coreano Jiseok Kang con 25.17. Soltanto quarto il cinese Peng Wang, in 25.28.

100 m stile libero femminili. Altro oro per la giapponese Rikako Ikee in 53.27, pure record dei Giochi. Ikee è la prima nuotatrice giapponese a vincere questo evento ai Giochi Asiatici da Yoko Shimao a Seul nel 1986. Fra le due medaglie d’oro del Giappone la Cina ne ha vinte sette. Argento alla cinese Menghui Zhu con 53.56. Terza un’altra cinese, Junxuan Yang, in 54.17, e quarta la giapponese Tomomi Aoki in 54.58. Il crono di Ikee è comunque relativamente modesto e la relega fuori della finale mondiale virtuale che tiene conto dei tempi realizzati nelle quattro grandi manifestazioni dell’anno 2018 (come detto Giochi del Commonwealth, Giochi Pan Pacifici, Campionati Europei e Giochi Asiatici). Il crono di Ikee è superiore a quello da lei realizzato ai Pan Pacifici, quando arrivò quinta in 53.14; quest’ultimo tempo è l’ottavo di una ipotetica finale dei Mondiali virtuali.

rikako ikee jpn

200m misti maschili. Shun Wang detronizza il re della specialità, il giapponese Kosuke Hagino. Wang nuota in 1: 56.52, Hagino in 1: 56.75. La Cina mette sul podio, per il bronzo, anche Haiyang Qin che la soffia al quotato giapponese Daiya Seto  toccando in 1: 57.09, 4 centesimi prima di Seto (1: 57.13).

200 m rana femminili. Con 2:23.05 vince la giapponese Kanako Watanabe che difende con successo il tiolo vinto nel 2014 con il record di giochi (2: 21.82). Ottima seconda la cinese Jingyao Yu (2: 23.31) con l’altra giapponese Reona Aoki al terzo posto (2: 23.33).

Staffetta 4 x 200 m stile libero maschile. Il Giappone vince in 7: 05.17, terzo miglior tempo del 2018, di poco davanti alla Cina in 7: 05.45 (5° miglior tempo 2018); entrambe le squadre sono finite sotto il record di Giochi realizzato dal Giappone nel 2014 con 7: 06.74. Così il Giappone: Naito Ehara (1: 47.31), Reo Sakata (1: 46.51), Kosuke Hagino (1: 46.50) e Matsumoto (1: 44.85). Così la Cina: Xinjie Ji (1: 47.58), Keyuan Shang (1: 47.15), Shun Wang (1: 46.53) e Yang Sun (1: 44.19). Bronzo a Singapore in 7: 14.15( Joseph Schooling 1: 46.66). Il Giappone ha vinto ogni singola medaglia d'oro in questo evento ai Giochi Asiatici ad eccezione del 2010, quando a vincere è stata la Cina.

21 agosto – 3° Giorno

Altri sette eventi sono stati disputati nella terza notte di finali, una delle più veloci, ai Giochi Asiatici del 2018, a Giacarta. La cinese Xiang Liu ha battuto un record mondiale dei 50 dorso che resisteva dal 2009 (realizzato con il supe costume gommato). La Cina ha vinto quattro medaglie d'oro con Liu, Yang Sun e Hexin Yu; il Giappone altre tre con Rikako Ikee, Yasuhiro Koseki e Yui Ohashi, tre nuotatori che insieme con Kosuke Hagino e Daiya Seto stanno dimostrando di costituire il nucleo centrale della squadra giapponese che gareggerà a Tokyo alle Olimpiadi del 2010.

50 m dorso femminili. La cinese Xiang Liu (foto sotto) vince con 26.98 e batte il record mondiale che era stato realizzato nel 2009, ai Mondiali di Roma, con il costume gommato, dalla connazionale Jing Zhao col tempo di 27.06. Liu ha preceduto la compagna di squadra Yuanhui Fu, argento con 27.68, da molti pronosticata vincitrice per avere realizzato il miglior crono 2018, 27.16, a inizio anno. Bronzo alla giapponese Natsumi Sakai con 27.91. Quello della Liu è il settimo record mondiale del 2018 in vasca lunga. Nella tabella dei record mondiali femminili ne restano ancora tre realizzati con il super costume nel 2009: quello della cinese Zige Liu nei 200m farfalla, quello di Federica Pellegrini nei 200m stile libero, e quello della staffetta 4x100m stile libero della Cina. La Liu è la terza nuotatrice cinese a detenere il record del mondo dopo Zhao e Yang Li.

Progressione del record del mondo dei 50m dorso femminili

Xiang Liu , CHN, 26.98 (2018); Jing Zhao, CHN, 27.06 (2009); Anastasia Zueva (sf), RUS, 27.38 (2009); Daniela Samulski (sf), GER, 27.39 (2009); Daniela Samulski, GER, 27.61 (2009); Jing Zhao, CHN, 27.67 (2009); Sophie Edington, AUS, 27.67 (2008); Emily Seebohm (sf), AUS, 27.95 (2008); Hayley McGregory, USA, 28.00 (2008); Yang Li, CHN, 28.09 (2007).

XIANG LIU CHN- RM 50 DORSO

50 m stile libero maschili. Il cinese Hexin Yu vince con un modesto 22.11, un crono che non consente l’accesso alla finale dei Mondiali virtuali del 2018 (dove Andrea Vergani, bronzo europeo a Glasgow, occupa il quarto posto con 21.68).  Argento e bronzo a due giapponesi: rispettivamente Katsumi Nakamura con 22.20 e Shunichi Nakao con 22.46. Yu subentra nel titolo al connazionale Zetao Ning che lo vinse nel 2014.

400 m misti femminili. La giapponese Yui Ohashi, la nuotatrice  più veloce al mondo in questa specialità nel 2018, grazie al suo 4: 33.77 con cui vinse l’oro ai Giochi Pan Pacifici all'inizio del mese,  vince la sua prima medaglia d'oro ai Giochi Asiatici con un ottimo 4: 34.58, un crono appena un po' più lento di quello dei Pan Pacs, ma sufficiente per vincere con quasi 3 secondi di vantaggio sulla coreana Seoyeong Kim (4: 37.43). Il crono di Ohashi è a circa un secondo e mezzo dal record dei Giochi di 4: 32.97, realizzato dalla cinese Shiwen Ye nel 2014. Bronzo all’altra giapponese Sakiko Shimizu con 4: 39.10 ( molto più lento del suo 4: 36.27 realizzato ai Pan Pacs).

200 m rana maschili.

Il Giappone prosegue la sua lunga tradizione di rana con Yasuhiro Koseki e Ippei Watanabe, rivendicando i primi due posti. Koseki è riuscito a tenere a bada il detentore del record mondiale Watanabe e a vincere la medaglia d'oro con 2: 07.81 per un solo centesimo su Watanabe 2: 07.82. L’accoppiata giapponese ha avuto un unico rivale: il cinese Haiyang Qin,  finito terzo con un ottimo 2: 08.07. Questa volta Koseki si è preso la rivincita su Watanabe che aveva vinto l'oro a Tokyo ai Pan Pac all'inizio di questo mese con 2: 07.75, tempo più veloce di 6 centesimi rispetto a quello del vincitore di oggi, anche secondo tempo 2018 (quello di Koseki qui ai Giochi Asiatici è il terzo del ranking 2018). Assente il campione del 2014 e campione olimpico in carica, il kazako Dmitriy Balandin, che non ha difeso il titolo. In questa specialità il Giappone ha ora 14 medaglie d'oro ai Giochi Asiatici.

100 m farfalla femminili. La giovanissima giapponese Rikako Ikee si conferma una delle migliori nuotatrici al mondo vincendo la sua quarta medaglia d'oro ai Giochi Asiatici 2018 con un nuovo record dei Giochi, 56.30 (record precedente 56.61 della cinese Xinyi Chen, del 2014). A inizio mese, ai Pan Pacs, a Tokyo, Ikee aveva nuotato più velocemente, in 56.08 (miglior crono 2018), per vincere la medaglia d'oro davanti ai tifosi del suo paese. Ikee è il campione del mondo virtuale 2018, addirittura davanti alla svedese Sarah Sjostrom, e sarà la favorita per le Olimpiadi di Tokyo. Ikee ha vinto per oltre un secondo sulla cinese Yufei Zhang (57.40) e sulla coreana Sehyeon An (58.00). Ikee ha posto termine alla serie vincente della Cina che aveva vinto sette delle ultime otto medaglie d'oro nei farfalla.

400m stile libero maschili. Il fuoriclasse cinese Yang Sun è uno dei nuotatori più consistenti del mondo in cima, o quasi, alle classifiche mondiali dei 200 e 400 m stile libero dal 2010 al 2018 (ma anche degli 800 e 1500 m stile libero). Egli è ancora l'uomo da battere nei 400 metri vinti a Giacarta, al termine di una gara in solitario, con 3: 42.92. Per lui è la terza medaglia d’oro a questi Giochi. Il suo crono è il più veloce al mondo del 2018; più veloce del 3: 43.76 nuotato in aprile dall’australiano Mack Horton ai Giochi del Commonwealth. Resiste il record dei Giochi di 3: 41.53 realizzato dal corano Tae-Hwan Park nel 2010. Argento e bronzo a due giapponesi, staccati di oltre 4 secondi: Naito Ehara, 3: 47.14, e Kosuke Hagino, 3: 47.20.

Staffetta 4x200 m stile libero femminili. La Cina chiude la terza sessione di finali con un record dei Giochi vincendo la 4 × 200 stile libero femminile in 7: 48.61 (prec.  record 7: 51.81 del 2010). Bingjie Li(1: 56.94), Jianjiahe Wang (1: 55.35) Yuhan Zhang (1: 58.37) e Junxuan Yang (1: 57.95) realizzano il quarto miglior tempo 2018, dietro l'Australia, gli Stati Uniti e il Canada (che li hanno realizzati ai Pan Pacs). La vittoria cinese è rimarchevole tanto più che le prime tre frazioniste sono tutte sedicenni. Soltanto l’ultima, la Zhang, non è una teenager, ha 23 anni. La Cina ha vinto questa gara ai Giochi Asiatici per sei volte consecutive, da quando è stata introdotta nel programma dei Giochi nel 1998. Secondo il Giappone con 7: 53.83 (ai Pan Pacs 7: 48.96) con questa formazione: Chihiro Igarashi (1: 57.69), Rikako Ikee (1: 55.27), Yui Ohashi (2:01.33) e Rio Shirai (1: 59.54). A questi Giochi il Giappone aveva vinto l'oro nella 4 × 100 stile libero femminile e nella 4 × 200 stile libero maschile.

https://en.asiangames2018.id/schedule-results/sport/swimming/ 

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter