Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Camillo Cametti at Large

La commedia dei migliori Atleti dell’Anno / Il caso di Katie Ledecky

Ledecky migliore atleta del 2017? Non per la Fina

Il quotidiano sportivo francese L’Equipe la ritiene l’atleta donna numero uno al mondo. Anche per gli americani la nuotatrice è la migliore atleta onnisport dello scorso anno.

Per il quotidiano sportivo francese L’Equipe il “Campione dei Campioni” del 2017, cioè il miglior atleta, di qualsiasi sport, nell’anno appena trascorso, è Katie Ledecky. E’ la seconda volta che la grande nuotatrice americana ottiene questo riconoscimento da L’Equipe, la prima fu nel 2014, e la cosa ha dello straordinario poiché prima della Ledecky nessun altro nuotatore era stato onorato, nemmeno Michael Phelps dopo le quattro medaglie d’oro olimpiche di Atene 2004 né le otto di Pechino 2008, e neppure le cinque di Londra 2012.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

XXXI Olimpiade – Rio de Janeiro

200 STILE LIBERO FEMMINILI: la gara dei Giochi

Probabile podio: Federica Pellegrini, Sarah Sjostrom e Katie Ledecky, ma in che ordine?

Per la famosa rivista americana Swimming World Magazine non vi sono dubbi: i 200 metri stile libero femminili saranno la gara dei Giochi. Oddio, non che manchino altre opzioni. Dai duelli a farfalla fra Chad Le Clos e Michael Phelps, a quello fra Gregorio Paltrinieri e Yang Sun nei 1500 stile libero (se il cinese si presenterà al blocco di partenza), per non parlare dei 100 metri stile libero maschili e femminili le Olimpiadi di nuoto a Rio suscitano attese ed emozioni di elevata intensità.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Olimpiadi nel Mirino – Già rovente la campagna per i podi olimpici

I 200SL femminili tra le gare più attese a Rio. FEDE per il podio

La Pellegrini non demorde e punta a riprendersi il titolo vinto a Pechino 2008 ma dovrà fronteggiare numerose giovani avversarie, agguerrite e in progresso. Katie Ledecky, campionessa mondiale a Kazan, è già leader del ranking mondiale 2016.

A 28 anni – li compirà il 5 agosto, alla vigilia della prima giornata delle gare olimpiche di nuoto a Rio – Federica Pellegrini punta a salire nuovamente sul podio olimpico dei 200m stile libero, la sua gara prediletta (“signature event”, direbbero in America), e a replicare l’oro che vinse a Pechino nel 2008.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Kazan, 4 Agosto 2015 – 16i Campionati del Mondo FINA/Nuoto/3° Giornata/Finali e SF (50m)

Due nuovi WR: Peaty nei 50 rana, Ledecky nei 1500 sl

Il britannico ha migliorato di 20 centesimi il record stabilito questa mattina dal sudafricano Cameron Van der Burgh. L'americana ha nuovamente abbassato il proprio primato sulla distanza più lunga. Sono il sesto e settimo primato mondiale a Kazan.

Non vi erano dubbi. Nei 50 metri rana “Baby Face” Adam Peaty – una faccia da bambino su un corpo da Ulk – si subito preso il record del mondo.
Continua a leggere...

Spazio Libero

Houston (Texas), 22 giugno 2014 – Nuova impresa mondiale in vasca da 50 metri

Katie Ledecky raddoppia: pazzesco record negli 800 stile libero!

Dopo il primato mondiale dei 1500 meri stile libero la diciassettenne americana realizza un altro record mondiale, questa volta sulla distanza olimpica di 800 metri, una prestazione storica.

Che gli 800 stile libero nuotati ai Campionati Mondiali di Barcellona 2013, pur conclusi in 8:13.86 (WR), avessero in parte tradito le attese – in quanto gli altri tempi realizzati avrebbero lasciato presagire un crono attorno agli 8:12 –, è noto.
Continua a leggere...

Spazio Libero

Un'analisi dell'ultima prodezza di Katie Ledecky

Una Ledecky infinita

Pur gareggiando in una competizione di secondo piano, a fronte del meeting che vede impegnati i maggiori calibri del nuoto a stelle e strisce (e non solo), Kathleen Ledecky è riuscita a catalizzare l'attenzione dei media, realizzando – in solitaria – una prestazione senza precedenti: un nuovo record mondiale.

15:34.23, res ipsa loquitur. Qualsiasi commento si possa fare, il crono fatto registrare dall'americanina (classe '97) possiede una schiettezza difficilmente eguagliabile con le parole. Appena pochi istanti prima che la sua rivale, Lotte Friis, si confrontasse nei 1500 con le – altre – talentuose atlete statunitensi (nella giornata inaugurale del Santa Clara International) Katie ha vagliato il proprio stato di forma, nella medesima distanza, giungendo ad un inaspettato (a suo dire) record del mondo.
Continua a leggere...