Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Sincronizzato

Ostia (Roma), Mercoledì 20 Giugno 2018 – L’estremo saluto a Noemi Carrozza

L'addio a NOEMI CARROZZA

Questo pomeriggio tanta gente al funerale della promettente sincronuotatrice, scomparsa prematuramente a causa di un incidente stradale.

  • Share
FIN Campionati Assoluti Invernali di Nuoto Sincronizzato 2015

Dal sito della Federazione Italiana Nuoto www.federnuoto.it 

C'erano proprio tutti a salutare Noemi. Un addio ininterrotto nell'ultima giornata in compagnia della giovane atleta azzurra, astro nascente del nuoto sincronizzato, strappataci dalle braccia all'improvviso, a causa di un incidente stradale. Tutti stretti in un grande, unico, abbraccio, ai familiari: la mamma Cinzia Facciolo, il papà Lorenzo Carrozza, i fratelli Marco ex pallavolista e Federico che gioca a pallanuoto con la Zero9 in serie B. Noemi Carrozza, tesserata per la società romana All Round, venerdì scorso tornava a Ostia dopo aver allenato le sue allieve nella piscina di viale Don Pasquino Borghi all'Eur, percorrendo la via Cristoforo Colombo con la sua nuova moto. L'11 settembre avrebbe compiuto 21 anni ed aveva rappresentato l'Italia in molteplici manifestazioni giovanili, finanche ai mondiali ed europei juniores, ai Giochi Olimpici europei ed in coppa CoMeN. Ha vinto i campionati italiani di categoria da ragazza prima e da juniores poi ed ha partecipato anche agli ultimi campionati assoluti che si sono disputati a Roma dal 29 maggio al 3 giugno.     

Dalle ore 10.00 è stata allestita la camera ardente, con un flusso continuo di persone. A dare l'ultimo saluto - presso il Centro Federale - Polo Natatorio di Ostia, in via delle Quinqueremi 100 - si sono alternati  il Presidente della Fin e della Len Paolo Barelli, il Segretario Generale Antonello Panza, il Presidente del CONI Giovanni Malagò, il Consigliere federale Antonio De Pascale, il Presidente del GUG Roberto Petronilli,  il CT della Nazionale di nuoto sincronizzato Patrizia Giallombardo, tecnici federali Roberta Farinelli, Yumiko Tomomatsu e Rossella Pibiri e le atlete; il CT del Settebello Alessandro Campagna con staff e atleti, il CT della Nazionale nuoto per salvamento Antonello Cano, il Presidente del X Municipio Giuliana Di Pillo; gli atleti stanziali al centro federale Gabriele Detti, Gregorio Paltrinieri, Domenico Acerenza, Martina Caramignoli; la cagnolina Grace,  la nonna ottantenne che non saltava una gara, tutte le compagne di squadra e le sue allieve dell'All Round e tutto il team Aurelia Nuoto che è entrato in sala con una rosa bianca in mano, capitanato dal tecnico Rossella Pibiri; assente il fidanzato impegnato con gli esami di maturità. 
‘’Un bacio a Noemi da tutto il movimento italiano e dalle tante atlete straniere che hanno fatto pervenire scoramento e condoglianze - sottolinea il presidente Barelli - Alla partecipazione commossa e affranta del mondo della nuoto e dello sport italiano si è unito l’affetto di migliaia di cittadini che hanno portato l’ultimo saluto nella camera ardente allestita al polo natatorio di Ostia e hanno partecipato ai funerali alla parrocchia di Santa Monica. Noemi non è solo una campionessa del nostro sincro, ma anche un esempio positivo per tutta la cittadinanza''.
"Noemi ha compiuto un piccolo miracolo: quello di far riunire tanta gente intorno a lei - ha proseguito il presidente della FIN nel suo intervento in Chiesa -. Adesso un piccolo regalo lo dovranno fare a lei la Federazione e Ostia: un meeting internazionale di nuoto sincronizzato dal titolo 'Piccola Anima', come la canzone del suo ultimo singolo agli Assoluti a Roma".

***

Noemi Carrozza è morta non per malore ma, secondo l’ipotesi più accreditata, per l’asfalto sconnesso che l’avrebbe sbalzata dalla sella. Una sconvolgente fatalità. Una morte ingiusta, prematura e dolorosissima la sua. Di Noemi, in questi giorni, abbiamo letto tutto il bene possibile. Era brava e bella, gentile ed entusiasta. A breve sarebbe entrata nel gruppo della Nazionale assoluta, dove avremmo potuto conoscerla. Così non è stato, e questo privilegio ci manca. Per questo anche noi porgiamo le più sentite condoglianze.

 

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter