Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Nuoto

Riccione, Venerdì 30 Novembre/Sabato 1 Dicembre 2018 – Campionati Italiani Assoluti Invernali Open (25m)

ASSOLUTI OPEN: Thomas Ceccon (200 misti) e Margherita Panziera (200 dorso), record italiani importanti

Record anche di Silvia Scalia nei 50 dorso e Marco Orsi nei 100 misti; la lecchese vince anche i 100 dorso mentre il bolognese primeggia pure nei 50 stile libero e 50 farfalla. Due rassicuranti vittorie anche per Federica Pellegrini, nei 100 e 200 stile libero. Convincono Gabriele Detti e Gregorio Paltrinieri, rispettivamente nei 200 e 1500 stile libero. Lorenzo Zazzeri sorprende Alessandro Miressi e vince i 100 stile libero.

  • Share
Nuoto campionato italiano assoluto 2018

I Campionati Italiani di Riccione si sono disputati con gli imminenti Mondiali in vasca corta nel mirino. Numerose prestazioni di qualità alimentano la speranza di dare continuità ai trionfi europei in vasca lunga dell’estate con altre medaglie e piazzamenti in finale agli imminenti Campionati del Mondo in vasca corta, in programma a Hangzhou, dall’11 al 16 dicembre. In Cina, però, il contesto sarà ovviamente differente e, nonostante alcune importanti assenze, la concorrenza più impegnativa e serrata. Dalla due giorni di Riccione spiccano soprattutto i record italiani di Margherita Panziera e Thomas Ceccon, rispettivamente nei 200m dorso e 200m misti. Per i due nuotatori veneti crescono le aspettative Mondiali: il 17enne vicentino “vede” la finale mentre la 23enne di Montebelluna si candida al podio.

Di rilievo anche la doppietta della dorsista lombarda Silvia Scalia che vince 50 metri col record italiano e i 100 col primato personale. Risorge con una tripletta e il record italiano nei 100m misti Marco Orsi  e convincono anche Gabriele Detti e Gregorio Paltrinieri, rispettivamente nei 200 e 1500 stile libero. Due rassicuranti vittorie anche per Federica Pellegrini, nei 100 e 200 stile libero. A sorpresa Lorenzo Zazzeri batte Alessandro Miressi nei 100 stile libero.

Dopo Riccione la Selezione italiana allestita dal DT Cesare Butini conferma di avere buone frecce al proprio arco. Vietato illudersi ma chi è già salito sul podio mondiale a Budapest 2017 ha dimostrato a Riccione di potere ambire a confermare la propria reputazione e ad aspirare di poterci salire anche in vasca corta.

In primis Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopernuoto) che ha vinto i 1500m stile libero in 14:25.08, secondo crono mondiale stagionale (948 punti FINA), dopo il 14:24.88 realizzato dal ceco Jan Micka il 17 novembre. Bene anche Matteo Ciampi (Esercito / Nuoto Livorno), secondo col personale di 14:37.08 e un miglioramento di oltre 13 secondi e mezzo.

Ranking mondiale 2018 1500m stile libero maschili (Top 8)

1 14:24.88 Micka, Jan CZE A Plzenske Sprinty 2018 Plzen CZE 17/11/2018

2 14:25.08 Paltrinieri Gregorio ITA, Campionati Nazionali Open, Riccione, 30/11/18

3 14:27.93 Romanchuk, Mykhailo UKR FINA World Cup Tokyo JPN 10/11/2018

4 14:29.27 Wellbrock, Florian GER N. Sea Meet 2018 Kristiansand NOR 02/11/2018

5 14:30.72 Christiansen, Henrik NOR A Plzenske Sprinty 2018 Plzen CZE 17/11/2018

6 14:32.10 Malyutin, Martin RUS Russian SC Championships Kazan 12/11/2018

714:32.73 POTAPOV, Iaroslav RUS Russian SC Championships Kazan 12/11/2018

8 14:33.26 Takeda, Shogo JPN FINA World Cup Tokyo

In sintonia mondiale anche Simona Quadarella, 20 anni il 18 dicembre, allenata all’Aniene da Christian Minotti, che ha vinto i 400m stile libero in 4:03.48 e gli 800m stile libero in 8:13.41 (2:01.22/ 4:05.99), primato personale, 2.28 in meno del tempo nuotato al Nico Sapio 20 giorni prima, a 57 centesimi dalla migliore prestazione in tessuto ottenuta nel 2007 da Alessia Filippi ( che detiene il record italiano con 8:04.53) e terzo crono mondiale stagionale (941 punti FINA), ex aequo con l'australiana Ariarne Titmus.

Positiva pure la prova del rientrante Gabriele Detti (Esercito / In Sport Rane Rosse), che ha vinto i 200m stile libero in 1:44.39 (51.61), terza prestazione personale. Ai Mondiali nuoterà i 400 individuali e i 200 in staffetta.

Diverso il discorso per Federica Pellegrini (CC Aniene). La nuotatrice veneta ha realizzato una rassicurante doppietta vincendo prima la gara in cui è campionessa mondiale di vasca corta uscente, i 200m stile libero, in 1:55.31 (55.79), e poi anche i 100 metri in 52.81 (25.66/27.15), qui precedendo Erika Ferraioli (Esercito / CC Aniene) di 58 centesimi. Al Nico Sapio, il 10 novembre, Fede aveva nuotato i 200 più velocemente, in 1:54.30 – un secondo in meno –, crono che ad oggi è il 12° mondiale stagionale. Se Fede decidesse di difendere il titolo dei 200 – ma pare che non sarà così, in Cina dovrebbe nuotare i 100 e le staffette – avrebbe a disposizione soltanto una decina di giorni per velocizzare la propria nuotata e migliorare decisamente. La 30enne campionessa, allenata dal tecnico federale Matteo Giunta al Centro Federale di Verona, ha lamentato di essere stata ferma quattro giorni per febbre alta e antibiotici.

Fra i campioni europei di Glasgow che possono ambire al podio mondiale c'è anche Margherita Panziera. La 23enne veneta, allenata da Gianluca Belfiore, ha vinto i 200m dorso con il record italiano di 2:01.56 (28.92/59.35/1:30.41), 943 punti FINA e 4° tempo mondiale stagionale, un buon viatico per Hangzhou.

Ranking mondiale 2018 200m dorso femminili (Top 8)

1 1:59.94 Seebohm, Emily AUS A FINA Swimming World Cup 2018 Budapest HUN 06/10/2018

2 2:00.69 Baker, Kathleen USA A FINA Swimming World Cup 2018 Budapest HUN 06/10/2018

3 2:01.00 Hosszu, Katinka HUN A FINA Swimming World Cup 2018 Budapest HUN 06/10/2018

4 2:01.56 Panziera, Margherita ITA Campionato Nazionale Open, Riccione - 30/11/2018

5 2:02.02 Atherton, Minna AUS A FINA World Cup -Beijing Beijing 04/11/2018

6 2:02.25 Ustinova, Daria K RUS Russian SC Championships, Kazan, 09/11/2018

7 2:03.59 Toussaint, Kira NED, FINA Swimming World Cup, Singapore SIN 17/11/2018

8 2:03.85 Shirai, Rio JPN A FINA World Cup, Tokyo JPN 11/11/2018

Teoricamente in zona podio Fabio Scozzoli che ha vinto i 50m rana in 25.99, 916 punti, per la prima volta sotto i 26 secondi; Nicolò Martinenghi è stato secondo in 26.58. Il crono di Scozzoli è il 4° del ranking stagionale.

Ranking mondiale 2018 50m rana maschili (Top 10)

1 25.88 Lima, Felipe BRA A FINA Swimming World Cup 2018 Budapest HUN 05/10/2018

2 25.90 Kostin, Oleg RUS Russian SC Championships Kazan 12/11/2018

3 25.95 Shymanovich, Ilya BLR FINA World Cup 2018 Singapore SIN 16/11/2018

4 25.99 Scozzoli, Fabio ITA  Campionati Italiani Riccione  ITA 30/11/2018

5 26.01 Prigoda, Kirill RUS  FINA World Cup 2018 Singapore SIN 16/11/2018

6 26.03 Stevens, Peter SLO  FINA World Cup Tokyo JPN 10/11/2018

7 26.09 Strelnikov, Kirill RUS Russian SC Championships Kazan 12/11/2018

8 26.10 Andrew, Michael USA FINA World Cup 2018 Singapore SIN 16/11/2018

9 26.11 Franca, Felipe BRA Trofeu José Finkel Sao Paulo 26/08/2018

10 26.13 Gomes, Joao BRA Trofeu José Finkel Sao Paulo 26/08/2018

Scozzoli, 30enne romagnolo di Lugo, allenato da Cesare Casella, ha poi vinto nuovamente il duello con Martinenghi sui 100m rana toccando in 57.17 (26.49/30.68), esattamente il tempo con cui aveva vinto al Nico Sapio: è il 10° crono del ranking 2018 e vale 920 punti FINA; per Martinenghi 57.73. Il 19enne di Varese, allenato da Marco Pedoja (Fiamme Oro / NC Brebbia), ha poi vinto i 200m rana in 2:07.00 (59.67).

Il botto più fragoroso l’ha prodotto Thomas Ceccon (Fiamme Oro / Leosport Villafranca) vincendo i 200m misti col record italiano di 1:53.26 (24.53/28.20/ 33.46/27.07), anche record europeo juniores strappato al fuoriclasse russo Kliment Kolesnikov che lo deteneva dal 20 novembre 2017 a Kazan con 1:53.36.

Ceccon, 17enne vicentino, allenato da Alberto Burlina al Centro Federale di Verona, è il primo italiano sotto l’ 1:54. Il precedente primato di Federico Turrini era di 1:54.53, dal 20 aprile 2013 (Finale del Campionato a Squadre, a Verona). Sul podio anche il friulano Lorenzo Glessi (Esercito / Gorizia Nuoto), pure lui di stanza al Centro Federale di Verona e pure lui con un tempo sotto il precedente record italiano, 1:54.50, personale migliorato di 1.92.

Il crono di Ceccon vale 906 punti FINA ed è il 7° del ranking mondiale 2018.

Ranking mondiale 2018 dei 200m misti maschili (Top 10)

1 1:51.09 Seto, Daiya JPN, FINA World Cup 2018 Eindhoven NED 29/09/2018

2 1:51.45 Wang, Shun CHN, FINA World Cup,Tokyo JPN 10/11/2018

3 1:52.16 Lanza, Vini BRA, Trofeu José Finkel, Sao Paulo, 25/08/2018

4 1:52.21 Larkin, Mitch AUS, FINA World Cup 2018 Singapore SIN 16/11/2018

5 1:52.26 Pumputis, Caio BRA, Trofeu José Finkel, Sao Paulo, 25/08/2018

6 1:52.50 Hagino, Kosuke JPN, FINA World Cup, TokyoJPN 10/11/2018

7 1:53.26 Ceccon Thomas, ITA, Campionati Italiani Open, Riccione, 01/12/18

8 1:53.66 Kolesnikov, Kliment RUS Russian SC Championships Kazan 07/11/2018

9 1:53.86 Fujimori, Hiromasa JPN, FINA SWorld Cup 2018 Singapore SIN 16/11/2018

10 1:53.93 Wilson, Matthew AUS, Hancock Prospecting, Melbourne, 26/10/2018

Fra i protagonisti anche Marco Orsi (Fiamme Oro / Uisp Bologna, 28 anni l’11 dicembre) autore di una tripletta. Il bolognese di Budrio, 29 anni, ha vinto i 50m stile libero in 21.41, dopo essersi aggiudicato i 100m misti in 51.57, record italiano - 19 centesimi meglio del tempo con cui vinse agli Europei di Copenhagen un anno fa -, e i 50m farfalla in 22.87, primato personale a 4 centesimi dal record italiano. Orsi si è anche piazzato secondo nei 50m dorso, in 23.62.

Silvia Scalia (CC Aniene), 23 anni, lecchese, allenata dal tecnico federale Gianni Leoni, ha vinto i 100m dorso con 57.56 (27.53), migliore prestazione italiana in tessuto e personale migliorato di 20 centesimi. Al secondo posto, 38 centesimi dietro, Margherita Panziera. In precedenza la Scalia aveva vinto i 50m dorso col nuovo primato italiano di 26.67, 3 centesimi meglio del suo precedente (26.70) realizzato il 17 novembre a Livorno.

 

Altri Highlights

Alessandro Miressi (Fiamme Oro/ CN Torino), in ritardo di forma e non ancora “pervenuto” in vasca corta, è stato battuto da Lorenzo Zazzeri (Esercito / Fiorentina) nei 100m stile libero mentre nei 100m farfalla Piero Codia è stato superato da Matteo Rivolta nell’ennesimo duello fra i due.

La vittoria di Zazzeri, in 47.06 (22.08), non sorprende  poiché recentemente, a Livorno, aveva nuotato la distanza in 46.98, 14° crono del ranking mondiale 2018. Il 24enne fiorentino, allenato da Fabrizio Verniani, ha preceduto Miressi, primatista italiano e campione europeo in lunga, di 19 centesimi (47.25). Solo quarto il neo italiano Santo Condorelli, in 47.91, preceduto anche da Ivan Vendrame, terzo in 47.61. Per 6 centesimi Zazzeri è stato anche secondo nei 50m stile libero vinti da Orsi.

Nei 100m farfalla Matteo Rivolta si è imposto con 51.17 sul campione europeo di vasca lunga Piero Codia (51.37), tempi che non rientrano nei primi 25 dell’anno.

Ilaria Cusinato, doppio argento nei misti – 200 e 400 – agli Europei di Glasgow si è nascosta a Riccione, gareggiando nei 100m rana e nei 100m misti. Ma sotto le cure di Stefano Morini, al Centro federale di Ostia, potrebbe essere in grado di lottare per una medaglia nelle sue gare preferite anche a Hangzhou.

Lorenzo Mora (Fiamme Rosse / Amici Nuoto VVFF Modena) - 20 anni, di Carpi, allenato da Luciano Landi – ha vinto i 200m dorso in 1:50.92 (53.34), primato personale per 76 centesimi, a 17 centesimi dal record italiano di Simone Sabbioni (secondo italiano sotto l’ 1:51). In precedenza, nei 100 metri, Mora aveva vinto vinto il suo primo titolo assoluto con 50.79, un centesimo avanti a allo straordinario diciassettenne Ceccon.

Doppietta anche della ranista Martina Carraro, 25 anni, genovese, (NC Azzurra 91) che prima vince i 100 metri in 1:05.86, con Arianna Castiglioni e Ilaria Scarcella seconde ex aequo a 14 centesimi, e poi s'impone nei 50m rana col primato personale di 30.19.

Doppietta anche di Elena Di Liddo, 25 anni (CC Carabinieri /CC Aniene), nei 50 e 100m farfalla. Nella gara sprint, con 26.32, precede per un centesimo Ilaria Bianchi   

La nuotatrice di Bisceglie ha vinto i 100 metri in 57.01, con la Bianchi seconda in 57.20.

Francesca Fangio (In Sport Rane Rosse) ha vinto i 200m rana in 2:21.22, primato personale per 93 centesimi, a 29 centesimi dal record italiano di Giulia De Ascentis.

Matteo Milli (In Sport Rane Rosse) ha fatto suoi i 50m dorso in 23.55, personale per 14 centesimi. 

Federico Burdisso (Tiro a Volo) ha vinto i 200m farfalla in 1:54.33, primato personale migliorato di 30 centesimi. Il 17enne pavese studia a Devon (Inghilterra) ma è allenato da Simone Palombi. Secondo, a 22 centesimi, Giacomo Carini (Fiamme Gialle / Can. Vittorino da Feltre).

Primo titolo italiano per l’empolese Lorenzo Tarocchi, allenato da Gianluca Belfiore all’Aniene, che si è preso i 400m misti in 4:06.90 mentre il corregionale Federico Turrini (Esercito / Nuoto Livorno), alfiere della specialità negli ultimi anni, è rimasto                             fuori dal podio. Tarocchi progredisce di 3.68 e diventa il quinto performer italiano di sempre.

Primo titolo anche per Alessio Proietti Colonna. Il 20enne romano, allenato dal tecnico federale Roberto Marinelli (Marina Militare / Aurelia Nuoto), bronzo con la staffetta 4x200 ai recenti Europei di Glasgow, ha vinto i 400m stile libero col primato personale di 3:43.21( - 1.12 rispetto al precedente nuotato il 20 marzo).

 

Classifiche di Società

Femminile (56 società a punti)

1. CC Aniene 330 (292 individuali + 38 staffette)

2. Fiamme Oro 266.50 (228.50 + 38)

3. Carabinieri 201.50 (161.50 + 40)

4. Esercito 159 (115 + 44)

5. NC Azzurra 91 158 (114 + 44)

6. In Sport Rane Rosse 154 (134 + 20)

Maschile (54 società a punti)

1. Esercito 283.50 (235.50 + 48)

2. Fiamme Oro 270 (222 + 48)

3. CC Aniene 226.50 (190.50 + 36)

4. In Sport Rane Rosse 130 (98 + 32)

5. Aurelia Nuoto 112.50 (84.50 + 28)

7. Carabinieri 81 (55 + 26)

 

Risultati: http://fin2018.microplustiming.com/indexNU2018_11_30_Riccione_web.php

Foto Andrea Staccioli  / Insidefoto.Com - Deepbluemedia. 


 

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter