Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Nuoto | FINA 

Hangzhou (Cina), Martedì 11 Dicembre 2018 – 14i Campionati del Mondo FINA (25m)/1a Giornata – Finali e Semifinali

HANGZHOU/1/F&SF: Gabriele Detti bronzo nei 400m stile libero

Quarti posti per Federica Pellegrini (200 stile libero) e Ilaria Cusinato (400 misti). Quarto posto e record italiano per la staffetta 4x100 stile libero maschile e nuovo record italiano di Martina Carraro nei 50 rana femminili. Record mondiiali del giapponese Daya Seto nei 200 farfalla e della 4x100 stile libero maschile degli Stati Uniti.

  • Share
GABRIELE DETTI BR 400 SL

Ai 14i Campionati del Mondo in vasca corta l’Italia vince la prima medaglia con Gabriele Detti nella prima finale della prima giornata, i 400m stile libero. E’ una medaglia di bronzo quella che Detti agguanta in 3:37.54 (52.71/ 1:47.99, 2:43.41), grazie al suo irresistibile e caratteristico veemente finale, alle spalle dell’imprendibile lituano Danas Rapsys, oro con 3:34.01, record dei campionati, e al norvegese Henrik Christiansen, argento in 3:36.64. Assente l’asso cinese Yang Sun.

Detti (in copertina) è il secondo italiano capace di vincere una medaglia mondiale nei 400m stile libero dopo Massimiliano Rosolino: il napoletano fu argento nel 2008 e bronzo nel 1999, 2000 e 2006. Questa è l’ultima medaglia che mancava al 25enne livornese che vinse due bronzi olimpici nel 2016, un bronzo mondiale nel 2017, oltre alle medaglie europee (oro nel 2016 in vasca lunga; l'argento nel 2012 e bronzo nel 2015 in vasca corta).

Quarto posto per Federica Pellegrini nei 200m stile libero con il personale stagionale in 1:53.18 (55.28), un risultato ottimo per lei considerate tutte le circostanze, a  82 centesimi dal podio su cui salgono l'australiana Ariarne Titmus, 18 anni, oro col tempo di 1:51.38, record dell'Oceania, la statunitense Mallory Comerford, 1:51.81 e  l'olandese Femke Heemskerk, 1:52.36. Fede si mette dietro nomi importanti come quello dell’emergente diciottenne cinese Jianjiahe Wang , quinta in 1:53.23, e della 25enne svedese Michelle Coleman, sesta con 1:53.83.

Quarta anche Ilaria Cusinato, 19 anni di Cittadella (PD), nei 400m misti, con 4:27.88 (1:01.10/1:07.89, 1:16.64, 1:02.25), primato personale e migliore prestazione italiana in tessuto, in ulteriore avvicinamento verso il primato italiano di 4:26.06 realizzato nel 2008 da Alessia Filippi con costume gommato. Un risultato eccellente per l’allieva di Stefano Morini che conferma la sua proiezione verso l’eccellenza mondiale. Conferma il titolo vinto a Windsor nel 2016 la primatista mondiale Katinka Hosszu che domina con 4:21.40. Distanti le altre due medagliate, la statunitense Melanie Margalis, seconda in 4:25.84, e la francese Fantine Lesafre, terza in 4:27.31, appena 57 centesimi meglio dell’azzurra.

Nessun azzurro nella finale dei 200m farfalla maschili vinta dal giapponese Daiya Seto con un eccezionale record del mondo, 1:48.24 (24.00/51.29/1:19.29). Il record precedente, di 1:48.56, era del sudafricano Chad Le Clos, da lui realizzato il 5 novembre 2013 in Coppa del Mondo a Singapore. Oggi Le Clos bulla ha potuto contro lo straripante nipponico e ha dovuto accontentarsi del secondo posto col tempo, eccellente, di 1:48.32 ( 23.84/51.55/1:19.84), pure sotto il suo precedente record mondiale e nuovo record africano. Terzo il cinese Zhuhao Li con 1:50.39.

Si chiude con la staffetta 4x100m stile libero maschile e l’Italia.guadagna un altro quarto posto, il terzo della giornata.

Il quartetto azzurro, entrato in finale con il 4° crono, 3:08.18, sfiora l'impresa con il tempo di 3:05.20, a 5 centesimi dal podio - che manca dal 2012 - ma con il record italiano: 5 centesimi che lasciano tanto rammarico. Così i singoli frazionisti: Santo Condorelli 46.76 (record personale), Alessandro Miressi 46.03, Marco Orsi 46.41, Lorenzo Zazzeri 46.00.

Nell’arroventato finale è il Brasile ad avere la meglio sull’Italia con 3:05.15, grazie alla strepitosa frazione finale dell’anchor man Bruno Correia (45.61).

Vincono il titolo gli Stati Uniti, con Caeleb Dressel in prima frazione, che chiudono a tempo di record del mondo con 3:03.03, un crono curiosamente palindromo. Il quartetto USA supera di appena 8 centesimi l’ottimo team della Russia, secondo col record europeo di 3:03.11.

Il precedente primato italiano di 3:05.79 era stato realizzato da Luca Dotto, Marco Orsi, unico dei presenti, Luca Leonardi e Filippo Magnini, il 3 dicembre del 2014 ai Mondiali di Doha (anche allora l’Italia fu quarta).

 

Semifinali

Fabio Scozzoli, 30 anni, “vecchia Romagna” realizza il miglior tempo – e suo secondo miglior crono di sempre - nei 100m rana con 56.30 (26.02), davanti al russo Kirill Prigoda, 56.31, e al giapponese Yasuhiro Koseki, 56.42. Tutti sotto ai 57 secondi i finalisti, eccetto l'olandese Arno Kamminga, ultimo dei qualificati in 57.09. Per Scozzoli è la quarta finale iridata sulla distanza, dopo l'argento del 2010, il successo del 2012 e il bronzo del 2016

Nicolò Martinenghi nuota in 57.47, 14° crono delle semifinali. In finale anche il sudafricano Cameron van der Burgh, primatista mondiale, col 6° tempo, 56.90.

Assente Adam Peaty.

Nei 50m rana Martina Carraro vince la seconda batteria in 29.79, un centesimo davanti alla star lituana Ruta Meiluyte e complessivamente dietro alla jamaicana primatista mondiale Alia Atkinson, 29"54. migliora ancora rispetto al record italiano nuotato in batteria col 30 netto e sfida il mondo. La Carrraro, fidanzata di Scozzoli, è la prima italiana capace di nuotare la distanza in meno di 30 secondi. Eliminata con l’11° tempo Arianna Castiglioni, (30.36).
Nei 100m dorso eliminati Simone Sabbioni e Thomas Ceccon, rispettivamente con il 9° tempo di 50.21, a soli 9 centesimi dall'australiano Mitchell Larkin, ultimo dei qualificati, e con il 15° tempo, 50.96, primato personale.

Nei 100m dorso femminili fuori anche Margherita Panziera  con 58.31, 15° tempo delle semifinali, 16 centesimi peggio del primato personale migliorato in batteria, e 99 centesimi lontana dal “cut off” per la finale.

 

Risultati degli Azzurri nelle Semifinali e Finali

400 Stile Libero M

1. Danas Rapsys (Ltu) 3'34"01 CR

2. Henrik Christiansen (Nor) 3'36"64

3. Gabriele Detti 3'37"54

200 Stile Libero F

1. Ariarne Titmus (Aus) 1'51"38 OC

2. Mallory Comerford (Usa) 1'51"81

3. Femke Heemskerk (Ned) 1'52"36

4. Federica Pellegrini 1'53"18

100 Dorso M

9. Simone Sabbioni 50"21 eliminato

15. Thomas Ceccon 50"96 pp (prec. 51"30 in batteria) eliminato

50 Rana F

2. Martina Carraro 29"79 RI (prec. 30"00 in batteria) qualificata alla finale

11. Arianna Castiglioni 30"36 eliminata

200 Farfalla M

Daiya Seto (Jpn) 1:48.24 WR (24.00/51.29/1:19.29)

2. Chad Le Clos (Saf) 1'48"32 AF

3. Zhunhao Li (Chn) 1'50"39

400 Misti F

1. Katinka Hosszu (Hun) 4'21"40

2. Melanie Margalis (Usa) 4'25"84

3. Fantine Lesafre (Fra) 4'27"31

4. Ilaria Cusinato 4'27"88 migliore prestazione italiana in tessuto (prec. 4'28"02 in batteria)

100 Rana M

1. Fabio Scozzoli 56"30 qualificato alla finale

14. Nicolò Martinenghi 57"47 eliminato  

100 Dorso F

15. Margherita Panziera 58"31 eliminata

200 Misti M

1. Shun Wang (Chn) 1'51"01

2. Josh Prenot (Usa) 1'52"69 

3. Hiromasa Fujimori (Jpn) 1'52"73

4x100 Stile Libero F

1. Stati Uniti 3'27"78

2. Olanda 3'28"02

3. Cina 3'30"92 

Italia non iscritta

4x100 Stile Libero M

1.Stati Uniti 3'03"03 RM

(Dressel Caeleb 45.66/Pieroni Blake 45.75/Chadwick Michael 45.86/Held Ryan 45.76)

2. Russia 3'03"11 RE

3. Brasile 3'05"15 

4. Italia 3'05"20 RI  

(Santo Condorelli 46”76 pp - prec. 47"23 in batteria/Alessandro Miressi 46"03/Marco Orsi 46"41/ Lorenzo Zazzeri 46"00). RI prec. 3'05"79 (Dotto, Orsi, Leonardi, Magnini), 3 dic. 2014 ai Mondiali di Doha.

Risultati ufficiali:  http://www.omegatiming.com/Competition?id=000112010cffffffffffffffffffffff&day=1 

Foto Andrea Staccioli / Deepbluemedia.eu - Insidefoto.com


 

  

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter