Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Camillo Cametti at Large

Kazan, 2 Agosto 2015 – Bilancio Nuoto Sincronizzato

RUSSIA pigliatutto: 8 ori e un argento

Cina sempre seconda con sei argenti e un bronzo. Torna sul podio il Giappone con quattro medaglie di bronzo. L’Italia è sesta con due bronzi, entrambi nel misto.

Nel nuoto sincronizzato, è noto, le gerarchie non si sovvertono facilmente. Certamente la Russia non poteva essere scalzata dalla sua posizione dominante, tanto più che giocava in casa. Le atlete russe hanno imposto la loro schiacciante supremazia vincendo una medaglia in ciascuna delle 9 gare , 8 d’oro e una d’argento. Belle le loro coreografie e musiche, straordinaria la loro bravura. Un incanto per il numerosissimo pubblico che le ha applaudite
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Attualità internazionale, 28 Marzo/5 Aprile 2015 – Campionati Open di Spagna, Francia e Danimarca/Eindhoven Swim Cup (50m)

A Limoges l’Agnel pasquale risorge nei 200 stile libero

Per il campione olimpico miglior crono 2015. Così anche per Rikke Pedersen nei 200 rana, a Copenhagen, e per Sebastiaan Verschuren nei 100 stile libero, a Eindhoven. A Malaga, Marco Orsi vince anche i 100 stile libero con il quinto crono dell’anno e Mireia Belmonte prevale nei 400 stile libero con il secondo crono 2015. Secondo miglior tempo mondiale anche per Jeannette Ottesen nei 50 e 100 farfalla, a Copenhagen. Per Ranomi Krompowidjojo 3° crono stagionale nei 50 stile libero, a Eindhoven.

La scena del nuoto internazionale è mobile, l’attualità è dinamica e le graduatorie mondiali cambiano di giorno in giorno. Dall’ultima settimana di marzo all’ultima di aprile si sono disputati, si stanno disputando o si disputeranno ben 18 campionati nazionali di nazioni importanti, compresi quelli italiani, a Riccione, dal 14 al 18 aprile. Ma vediamo ora quanto è accaduto nei primi giorni di questa settimana.
Continua a leggere...

Il Blog di Gianfranco Saini

Il Ranking FINA delle Nazioni 2013 – Numeri e Commento

Italia sesta al mondo

Facciamo il confronto del numero di nuotatori espressi nelle graduatorie mondiali 2013 dalle varie Nazioni. A partire dall’anno 2000, l’Italia è sempre nella Top 10 mondiale, e fra le primissime nazioni in Europa.

Ci occupiamo oggi di un’ interessante statistica apparsa in Italia in modo prioritario sul sito di Nuoto.it ormai da ormai tre settimane. La statistica - che ha come matrice nientemeno che l’autorevole American Swimming Coaches Association (A.S.C.A.) – riguarda il Ranking FINA 2013 relativo alle Nazioni. Da essa emerge che l’Italia è SESTA per numero di atleti diversi classificati tra i primi 25 al mondo.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Barcellona, 26 luglio/7a Giornata – Mondiali Nuoto Sincronizzato/7a Giornata – Libero a Squadre

Sincro: Russia, sesta vittoria nel libero a squadre

Sesta medaglia per la Spagna. L’Ucraina terza, davanti a Giappone e Italia.

La supremazia russa in questo evento dura da quindici anni. Le russe, esempio di potenza, maestre di innovazione e di creatività per l’ottava volta consecutiva hanno incantato il pubblico, accorso numeroso – 8.122 gli spettatori paganti, una cifra record – anche per sostenere la squadra di casa, la Spagna, lanciata verso la conquista della sesta medaglia consecutiva in questi campionati. La squadra russa ha vinto con 97.400 punti, di stretta misura sull’incantevole formazione spagnola, che, pure lei, ha eseguito un programma, originale, elegante, decisamente spettacolare.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Mondiali Barcellona, 22 luglio/3a Giornata – Nuoto Sincronizzato/Squadre – Esercizio Tecnico

Sincro: Altro oro per la Russia

Argento per la Spagna e bronzo per l’Ucraina che sale per la prima volta su un podio mondiale relegando il Giappone al quarto posto. L’Italia, preceduta anche dal Canada, è sesta.

Con un punteggio brillante, 96.600, la Russia ha vinto il suo quarto oro mondiale consecutivo in questa specialità. Della formazione russa non facevano parte le due Svetlane: né la Romashina né la sua partner nel duo. Quattro atlete russe - Patskevich, Timanina, Korobova e Shishkina – avevano fatto parte della squadra olimpica di Londra 2012 e avevano vinto l’oro nelle precedenti due edizioni dei Mondiali.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Barcellona, 21 luglio – 15i Campionati del Mondo FINA/Seconda Giornata

Nuoto Sincronizzato: Russia, e Romashina, secondo oro nel duo

S’impone la coppia Kolesnichenko – Romashina. Cina seconda e Spagna terza. Italia, con Cerruti – Ferro, ottava alla pari con la Gran Bretagna.

Russia, Cina e Spagna, nell’ordine sul podio del duo tecnico. Il duo russo formato dalle due Svetlana, la Kolesnichenko e la Romashina, ha vinto come da pronostico, con 97,300 punti. Secondo l’ex azzurra Paola Celli, oggi commentatrice per la RAI, una che se ne intende, la più forte della coppia non è la Romashina - che pure a Londra ha vinto la medaglia d’oro di questa specialità e che vanta nel suo palmarès altre due medaglie d’oro olimpiche, e che qui a Barcellona ha vinto il secondo titolo di campione del mondo dopo quello di ieri nel solo - bensì la sua nuova partner, la non ancora ventenne Kolesnichenko, dotata di più classe e capace di stabilire un rapporto empatico più efficace con i giudici; dunque, probabile solista in un prossimo futuro.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Londra, 9 agosto – 30a Olimpiade/Pallanuoto Donne – Commento

Stati Uniti finalmente d’oro

Dopo due medaglie d’argento e una di bronzo alle precedenti olimpiadi le americane vincono l’oro: 8-5 sulla Spagna, medaglia d’argento. Match winner Maggie Steffens (5 gol), la più giovane ma anche miglior realizzatrice del torneo (21 gol). Bronzo all’Australia che batte l’Ungheria 13-11 (dopo i supplementari). Per il 5° posto la Cina supera la Russia mentre l’Italia (11-7 sulla Gran Bretagna) è settima.

Water Polo Arena gremita, circa 5.000 spettatori, per i match che assegnano le medaglie. Per l’oro e l’argento sono di fronte gli Stati Uniti, con una squadra esperta, blasonata e in parte stagionata – Heather Petri ha 34 anni, Brenda Villa 32, entrambe sono alla quarta olimpiade -, e la giovane e fresca Spagna, già ammirata a Trieste lo scorso aprile, quando vinse il torneo di qualificazione olimpica, con ben 8 giocatrici del 1990 o più giovani (tre del 1993). Non c’è storia.
Continua a leggere...
TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter