Direttore Responsabile: Camillo Cametti

Sincronizzato

TOKYO 2020, Mercoledì, 27 Gennaio 2021 - Le qualificazioni al nuoto artistico posticipate a causa delle restrizioni dei viaggi

NUOTO ARTISTICO, qualificazioni olimpiche posticipate

Avranno luogo dall'1 al 4 maggio presso il Tokyo Aquatics Centre. Confermate le date della maratona di nuoto e della FINA Diving World Cup.

La FINA ha annunciato che le qualificazioni di nuoto artistico per le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono state posticipate a causa delle attuali restrizioni di viaggio in Giappone causate dalla pandemia COVID-19.
Continua a leggere...

Nuoto

Tokyo 2020 – C’ è chi dice no

La SZILAGY salterà la prossima olimpiade

La nuotatrice magiara, vincitrice di due medaglie d’oro alle Olimpiadi giovanili del 2014, si propone di partecipare ai Giochi di Parigi 2024.

Mentre quasi tutti i nuotatori del mondo sono impegnati a recuperare la “forma olimpica” da esibire a Tokyo 2020, alle Olimpiadi posticipate di un anno causa covid-19, c’è chi fa una scelta controcorrente, poco comprensibile forse ma significativa. Si tratta dell’ungherese Liliana Szilagyi che sabato 5 dicembre, sul sito web del suo club, il Ferencváros Torna Club, ha rivelato che non gareggerà a Tokyo 2020. “Ho bisogno di tempo”, ha detto, “e ho bisogno di prendermi cura del mio corpo de della mia anima”. Poi ha proseguito: “non intendo rinunciare al nuoto, anzi desidero rappresentare l’Ungheria a Parigi 2024”.
Continua a leggere...

Notizie FIN

Roma, Giovedì 19 Novembre 2020 - Olimpiade di Tokyo / Integrazione squadra nazionale

TOKYO 2020 – Qualificati per Covid

A Federico Burdisso, Martina Rita Caramignoli, Gabriele Detti, Marco De Tullio e Federica Pellegrini la FIN concede il pass per Tokyo in deroga.

Con una nota pubblicata sul sito federale la FIN informa che il,DT Cesare Butini (in copertina) proporrà al Consiglio Federale di qualificare per le Olimpiadi del prossimo anno, in deroga alle regole fissate in precedenza, cinque nuotatori vittime del corona virus. Il provvedimento è stato contestato da alcuni nuotatori, in particolare da Martina Carraro.
Continua a leggere...

Eventi

Tokyo 2020 – Futuro incerto

OLIMPIADI nel 2021, tuttora complicate

Purtroppo la pandemia Covid-19 morde tuttora in tutto il mondo e cresce il timore che i prossimi Giochi possano essere cancellati.

Il posticipo dei Giochi Olimpici sta avendo un effetto positive sulla maggior parte degli atleti d’élite. Per molti il rinvio è un vantaggio poiché considerano che il maggior tempo a disposizione per la preparazione possa influenzare in positivo le loro prestazioni alle Olimpiadi. Non solo, si sentono anche più a loro agio dal punto di vista psicologico, con la tensione diluita su un tempo più lungo. Ne beneficia anche la motivazione, lo testimoniano i buoni propositi dei nuotatori che i media – tradizionali o social – riportano fedelmente. In Italia, in Europa, negli Stati Uniti, in Australia, Cina e Giappone, in tutto il mondo insomma, lo shock del rinvio e del successivo lockdown sembra essere stato ben assorbito, e superato.
Continua a leggere...

Eventi

Tokyo 2029, Domenica 19 Luglio 2020. Aggiornamenti

OLIMPIADI GIAPPONESI a rischio anche nel 2021

Secondo un sondaggio solo un giapponese su quattro è a favore dello svolgimento dei Giochi il prossimo anno. Intanto FINA e Comitato Organizzatore hanno concordato modifiche al percorso della maratona di 10 km.

Un recentissimo sondaggio ha rilevato che meno di un giapponese su quattro è a favore di tenere le Olimpiadi e le Paralimpiadi di Tokyo 2020 come attualmente programmate per il prossimo anno. Solo il 23,9 per cento degli intervistati si è dichiarato a favore dello svolgimento dei Giochi nel 2021. Il sondaggio, condotto a livello nazionale, è stato commissionato dalla primaria agenzia di stampa giapponese Kyodo. Il 36,4 per cento degli intervistati ritiene che i Giochi debbano essere ulteriormente rinviati, un’ipotesi che il presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) Thomas Bach ha tassativamente escluso. Un ulteriore 33,7 per cento ha dichiarato di voler annullare i Giochi.
Continua a leggere...

Nuoto

Nuoto e Doping – L’allarme del campione olimpico dei 100 metri stile libero

L’australiano CHALMERS: nel nuoto c’è "un sacco di doping"

Solidarietà per Mac Horton e Duncan Scott che a Gwangju hanno contestato Yang Sun.

Recentemente il campione olimpico dei 100 metri stile libero a Rio 2016, l’australiano Kyle Chalmers (in copertina), ha affermato di non potersi fidare della metà dei suoi avversari in quanto nel nuoto c’è ancora "molto doping". Chalmers è diventato uno dei più giovani vincitori di medaglia d'oro olimpica nel nuoto quando, appena un mese dopo aver compiuto 18 anni, ha vinto i 100 metri stile libero in Brasile battendo il record mondiale junior. Il più giovane australiano campione olimpico di nuoto fu Ian Thorpe che vinse l'oro a Sydney 2000 all'età di 17 anni. A Rio Chalmers ha vinto anche un paio di medaglie di bronzo con le staffette.
Continua a leggere...

Eventi

Tokyo, Domenica 5 Luglio 2020 – Le elezioni governative nella capitale giapponese. Koike rieletta per il secondo mandato come Governatore di Tokyo

OLIMPIADI in sicurezza? Non è detto: adesso 4 giapponesi su 5 sono contrari ai Giochi!

Yuriko Koike, governatrice uscente, è stata rieletta per un secondo mandato come Governatore di Tokyo dopo aver ottenuto una schiacciante vittoria nelle elezioni governative svoltesi domenica. La Lady di Ferro giapponese ha sbaragliato il campo prendendo oltre il 60 per cento dei voti. Nettamente sconfitti i candidati anti olimpiadi.

Yuriko Koike, 67 anni, indipendente di centrodestra (in copertina), è stata rieletta per un secondo mandato come Governatore di Tokyo dopo aver ottenuto la vittoria nelle elezioni governative tenutesi domenica 5 luglio. La Lady di Ferro giapponese ha sbaragliato il campo prendendo oltre il 60 per cento dei voti. Nettamente sconfitti i candidati anti olimpiadi. I consensi alla Koike sono arrivati da tutti i partiti politici, con ovvia prevalenza dal centrodestra.
Continua a leggere...

Eventi

Olimpiadi rinviate / Certezze e incertezze

TOKYO 2020: i Giochi si fanno nel 2021 o mai più

Escluso tassativamente un ulteriore rinvio. La decisione finale in primavera.

Gli atleti di élite di tutto il mondo sono tornati ad allenarsi in vista dell’obiettivo supremo, le Olimpiadi di Tokyo 2021 rinviate di un anno esatto al 2021. Il CIO, gli Organizzatori, le Federazioni Internazionali, le Reti televisive, gli Sponsor, tutti insomma, stanno impegnandosi al massimo per fare sì che nonostante il rinvio le prossime olimpiadi siano comunque un successo. Ma la certezza che i prossimi Giochi Olimpici si svolgeranno sicuramente nel 2021 non c’è ancora. La pandemia fa ancora paura e non sono pochi, tra gli addetti ai lavori, coloro che temono che fra un anno non ne saremo ancora liberi. Se non sarà stata debellata definitivamente le ipotesi sul come procedere sono più d’una.
Continua a leggere...

Eventi

Losanna, Mercoledì 10 giugno 2020 – Tokyo 2020 / Ultime decisioni

TOKYO 2020: saranno Giochi “semplificati”

Si vuole far fronte all’aumento dei costi del rinvio al 2021 con la semplificazione dei servizi e dei test event. Lo hanno deciso di comune accordo Comitato Organizzatore e Comitato Olimpico Internazionale.

Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) e gli organizzatori dei Giochi di Tokyo 2020, posticipati al 2021, hanno concordato di "semplificare e ridurre la complessità dei Giochi" al fine di organizzare un evento di successo a un costo ridotto a seguito di l'attuale pandemia globale. Entrambe le parti hanno identificato oltre 200 aree in cui i Giochi potrebbero essere semplificati. Lo hanno reso noto il presidente del CIO Thomas Bach e il CEO (Amministratore Delegato) di TOCOG, Toshiro Muto.
Continua a leggere...

Eventi

Tokyo, Martedì 29 Aprile 2020 – Le prospettive della XXXII Olimpiade fra ottimismo e paura

TOKYO 2020 – Vaccino per tutti oppure niente Olimpiadi

Il presidente di Tokyo 2020 ha affermato che i Giochi sarebbero annullati se non si svolgessero nel 2021, poiché non c’è alcuna possibilità di ulteriore rinvio.

Il presidente del Comitato Organizzatore di Tokyo 2020, Yoshirō Mori (in copertina), ha affermato che i Giochi Olimpici e Paralimpici sarebbero "demoliti" se non potessero essere tenuti l'anno prossimo. Il mese scorso, a causa della pandemia di coronavirus, le Olimpiadi erano state posticipate al 2021, e dovrebbero tenersi dal 23 luglio all'8 agosto (Paralimpiadi dal 24 agosto al 5 settembre).
Continua a leggere...
Tuffiblog