Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Camillo Cametti at Large

Dubai (UAE), 7 Novembre 2015 - FINA Swimming World Cup 2015 (50m)/8a Tappa – 2a Giornata

DUBAI/2. World Cup, esito scontato: Hosszu e Van der Burgh i vincitori

L’ungherese e il sudafricano stravincono in Coppa. Federica Pellegrini si migliora ma è nuovamente seconda, stavolta nei 100 stile libero. Piazzamenti in finale per gli altri azzurri.

Cameron van der Burgh (RSA) e Katinka Hosszu (HUN) sono i vincitori della FINA/airweave Swimming World Cup 2015 (foto sotto), conclusasi oggi a Dubai presso lo stupendo Hamdan Sports Complex, sede dei Mondiali in vasca corta nel 2010.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Dubai (UAE), 6 Novembre 2015 - FINA Swimming World Cup 2015 (50m)/8a Tappa – 1a Giornata

DUBAI/1: Ancora Larkin, Seebohm, Hosszu e Van der Burgh

Nella prima giornata del meeting conclusivo brillano gli stessi protagonisti del meeting precedente. Federica Pellegrini si migliora ma è nuovamente seconda nei 200 stile libero. Piazzamenti in finale per gli altri azzurri.

Come già a Doha nell’odierna prima giornata dell’ottava, e ultima, tappa del circuito della Coppa del Mondo FINA 2015, in svolgimento a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, Katinka Hosszu e Cameron Van der Burgh si sono imposti autorevolmente nelle loro gare preferite, incrementando ulteriormente i punti accumulati in Coppa del Mondo, che è già saldamente nelle loro mani.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Doha (QAT), 3 Novembre 2015 - FINA Swimming World Cup 2015 (50m)/7a Tappa – 2a Giornata/Conclusione

DOHA/2: Emily Seebohm e Mitch Larkin, en plein in dorso (6 su 6)

La formidabile accoppiata australiana si afferma con prestazioni eccellenti. Nei 100 metri la Seebohm flirta col record mondiale. Quattro medaglie d’oro per Chad Le Clos, 7 medaglie (3 d’oro) per Katinka Hosszu. Ottimo anche Cameron Van der Burgh. Italiani in finale con Luca Leonardi, Erica Musso, Diletta Carli e Federica Pellegrini.

La penultima tappa della FINA/airweave Swimming World Cup 2015, un circuito di 8 meeting, si è conclusa ieri sera a Doha, in Qatar, presso l’Hamad Swimming Centre, già sede dei Campionati mondiali di nuoto 2014 (25m). Nella seconda giornata il nuoto australiano ha brillato ancora grazie alle star Emily Seebohm e Mitchell Larkin, eccelsi nei 200m dorso. Pimpanti anche i fuoriclasse sudafricani Chad Le Clos e Cameron Van Der Burgh, che non hanno trascurato di ricordare come i buoni risultati ottenuti qui siano soltanto un buon viatico per una stagione che ha nell’Olimpiade di Rio l’obiettivo supremo della stagione.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Doha (QAT), 2 Novembre 2015 - FINA Swimming World Cup 2015 (50m)/7a Tappa – 1a Giornata/Highlights delle Finali

DOHA 1/FINALI: la Hosszu non fa sconti, Pellegrini seconda nei 200 SL

L’australiano Mitch Larkin firma la miglior prestazione della prima giornata nei 100 dorso. Tris d’oro per Chad Le Clos, che ha Phelps nel mirino.

Presso l’Hamad Swimming Complex di Doha nei 200m stile libero, seconda gara nel programma delle finali, Federica Pellegrini, nuota con buona disposizione ma è soltanto seconda in 1:58.06, un tempo non trascendentale, pur considerando il priodo. La campionessa d’Europa e vicecampionessa del mondo, è battuta dall’’ungherese Katinka Hosszu che vince in 1:56.60. Medaglia di bronzo alla francese Coralie Balmy con 1:58.92. Rispettivamente quinta e ottava Alice Mizzau con 2:00.23 e Chiara Masini Luccetti, con 2:01.32 (59”23).
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Tokyo, 28-29 Ottobre 2015 - Coppa del Mondo FINA (50m) – Sesta Tappa (3° Gruppo/1° Meeting)

WORLD CUP TOKYO: i dorsisti australiani Larkin e Seebohm i migliori

Il primo ha vinto 100 e 200 metri, questi ultimi con la migliore prestazione mondiale dell’anno; tris d’oro per la seconda con miglior prestazione del meeting sui 100 metri. Per i giapponesi 14 vittorie e due record mondiali juniores in farfalla. Bene i leader: poker d’oro per Katinka Hosszu, doppietta per Cameron Van der Burgh.

Il campione del mondo dei 100m e 200m dorso, l’australiano Mitchell Larkin ha vinto entrambe le gare anche nella tappa della World Cup: nella prima giornata i 100 metri, nella seconda i 200 con il miglior tempo del mondo quest'anno (1:53.34).
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Coppa del Mondo FINA (50m) – Bilancio del 2° Gruppo di Meeting/Hong Kong/Pechino/Singapore

Emily Seebohm e Cameron Van der Burgh i migliori

In tutti tre i meeting l’australiana e il sudafricano – che capeggia la classifica a punti maschile - hanno realizzato le prestazioni di migliore qualità. Fra le donne la classifica a punti vede ampiamente in testa la stakanovista magiara Katinka Hosszu. Nel complesso, prestazioni modeste.

La "Lady di Ferro" Katinka Hosszu e Cameron Van der Burgh, rispettivamente 26 e 27anni, rimangono i leader generali provvisori del circuito di Coppa del mondo di nuoto FINA/airweave 2015 dopo il quinto meeting svoltosi a Singapore (SIN) il 3-4 ottobre.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Chartres, 15-16 Agosto 2015 – Coppa del Mondo FINA/2a Tappa (50M)

Poker per Hosszu e Le Clos. Protagonisti anche Van der Burgh e Paltrinieri

La Hosszu e Van der Burgh in testa al ranking provvisorio. Le Clos migliore di tappa fra gli uomini. Paltrinieri rivince i 1500.

Con altre quattro vittorie Katinka Hosszu ha consolidato la propria leadership nella World Cup, con 162 punti. L’ungherese ha vinto 100m e 200m stile libero e 200m e 400m misti. Tra gli uomini, è stato il sudafricano Chad Le Clos a concludere il meeting con il maggior numero vittorie – quattro: 200 dorso; 50, 100 e 200 farfalla - e di punti, 60; tuttavia la leadership provvisoria maschile resta al suo connazionale Cameron Van der Burgh, con 96 punti, vincitore dei 50m e 100m rana.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Mosca, 11-12 Agosto 2015 – Coppa del Mondo FINA (50M)

Solita Hosszu, 6 medaglie!

Il sudafricano Cameron Van der Burgh in testa al ranking maschile. L’ungherese Katinka Hosszu e il sudafricano Chad LeClos, vincitori delle ultime edizioni della World Cup, sono i maggiori protagonisti anche nella prima delle otto tappe del circuito 2015. Protagonista anche Gregorio Paltrinieri che, come tre giorni prima a Kazan, vince i 1500 metri stile libero. Argento per Diletta Carli sui 400 stile libero. Per la prima volta la manifestazione si svolge in vasca lunga.

Nelle intenzioni della FINA lo svolgimento della prima delle otto tappe della World Cup 2015 in terra russa soltanto due giorni dopo la conclusione dei Mondiali di Kazan, avrebbe dovuto consentire ai nuotatori di sfruttare il buon momento di forma sfoggiato ai Mondiali per sfornare altre prestazioni di pregio.
Continua a leggere...

Camillo Cametti at Large

Barcellona, 31 luglio - 15i Campionati Mondiali di Nuoto FINA 2013 (50m)/ Giorno 4/31 Luglio – La Nota

BCN13/NUOTO 4: Pellegrini viva come l’argento di cui si veste nei 200 stile libero

La gara è vinta da Missy Franklin, al suo terzo oro di Barcellona. Gregorio Paltrinieri è sesto negli 800 metri, vinti dal cinese Yang Sun (2°oro). Mattia Pesce è ottavo nei 50 rana vinti dal sudafricano Cameron Van der Burgh. A Chad Le Clos i 200 farfalla uomini.

FINALI 200 Farfalla Uomini. Il sudafricano Chad Le Clos, campione olimpico, diventa anche campione del mondo. In testa dall’inizio alla fine, l’uomo che ha sconfitto Michael Phelps ( a Londra 2012) chiude in 1:54.32, nettamente davanti al polacco Pawel Korzeniowski (reduce da un infortunio al piede, conseguenza di una partitella di calcio, tanto da avere temuto di dovere saltare questi campionati) 1:55.01, e al cinese Peng Wu, 1:55.09. Giù dal podio per poco l’altro cinese Yin Chen, 1:55.47.
Continua a leggere...

A Spasso nel Cloro di Laura Binda

Polemiche & risultati

Donne & nuotatrici, sesso debole e pochi sacrifici?

Per Cameron Van Der Burgh le sue compagne di squadra non si allenano abbastanza

Un altro vespaio di polemiche in Sudafrica. Questa volta innescato dalle dichiarazioni di Cameron Van Der Burgh che sostiene che le sue compagne di nazionale siano poco disposte a sacrificarsi e ad allenarsi di più per poter raggiungere i vertici.
Continua a leggere...